La "catena della fornitura del falso" porta a Napoli: maxi sequestro delle Fiamme Gialle

La Guardia di Finanza conferma l'impegno nella lotta alla contraffazione, sia nel contrastare l'illecito commercio al dettaglio di beni riportanti falsi marchi sia nell'identificare e fermare i soggetti a monte di tale commercio

Rolex, Armani, Disney, Prada, Louis Vuitton, Gucci, Nike, Ray Ban, Iwc e tanti altri. Tutti rigorosamente contraffatti. Maxi sequestro della Guardia di Finanza di Ravenna, in trasferta anche a Napoli, che ha rinvenuto circa 24mila capi con noti marchi contraffatti delle più note griffe della moda. L'operazione, coordinata dalla Procura della Repubblica del capoluogo bizantino, è nata sul litorale ravennate, durante i consueti controlli per contrastare il fenomeno della vendita dei prodotti con loghi falsi.

Dopo aver fermato un soggetto extracomunitario e sequestrato alcune centinaia di capi pronti per essere venduti ai turisti, i finanzieri hanno ricostruito la “catena della fornitura del falso” attraverso anche approfonditi controlli contabili su documenti di trasporto (falsi ed appositamente predisposti) ed attraverso l’esame del flusso dei pagamenti effettuati con ricariche su carte di credito a scalare. Grazie ad approfondite indagini e sopralluoghi in collaborazione con i colleghi dei “baschi verdi” della Guardia di Finanza di Napoli è stata individuata l’ubicazione di un magazzino situato nel capoluogo partenopeo al cui interno erano nascosti decine di migliaia di capi contraffatti.

LE NOTIZIE PIU' IMPORTANTI DI GIOVEDI' 23/07 IN ROMAGNA

- Schianto auto-scooter, grave un 17enne. LE IMMAGINI
- Incendio a Meldola, in fiamme un fienile - LE IMMAGINI
- Dramma in vacanza, muore bimba di 16 mesi
- La polemica: "Sotto al sole infuocato per ore nel treno"
- All'ex Lavatoio trovati lettini da mare rubati - LE IMMAGINI
- Cesenatico, fino a 6500 euro per un appartamento in affitto
- La catena del falso in riviera aveva sede a Napoli - LE IMMAGINI


I finanzieri del Gruppo di Ravenna hanno sequestrato la merce (valore di mercato di oltre 150mila euro) e denunciato a piede libero all’Autorità Giudiziaria il gestore del deposito. La Guardia di Finanza conferma l’impegno nella lotta alla contraffazione, sia nel contrastare l’illecito commercio al dettaglio di beni riportanti falsi marchi sia nell’identificare e fermare i soggetti a monte di tale commercio, attraverso approfondite attività di intelligence e indagini sul campo svolte per smascherare l’intera “filiera del falso”, a tutela delle libertà economiche garantite dalla Costituzione e a protezione della parte sana del mercato.

Foto 1(1)-6 Foto 2-3-21
    

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Addio a Tommaso Sintini, ex pallavolista e veterinario: "Una bontà fuori dal comune"

  • Drammatico tamponamento mortale, il disperato volo dell'elicottero non riesce a salvargli la vita

  • Una giovane stilista romagnola conquista il principe Carlo con i suoi abiti

  • Gruppo multato sul Fumaiolo: "La libertà ha un prezzo più alto, continueremo a incontrarci"

  • Il Coronavirus strappa alla vita un 50enne: 130 nuovi casi nel ravennate

  • Parrucchieri, estetisti, gommisti fuori dal proprio Comune: si possono raggiungere?

Torna su
RavennaToday è in caricamento