rotate-mobile
Mercoledì, 10 Agosto 2022
Cronaca Cervia

Festività di agosto, sicurezza e decoro: a Mi.Ma vietato girare a torso nudo in centro

Per quanto riguarda il centro di Milano Marittima (zona rossa) e viale Matteotti tratto rotonda III traversa) è stato introdotto un divieto di girare esclusivamente in costume ed a torso nudo.

In vista delle festività di agosto, l'amministrazione comunale di Cervia, in accordo con la prefettura, le forze dell’ordine e delle associazioni di categoria, hanno prodotto una serie di atti finalizzati a prevenire problematiche legate al forte afflusso di persone, giovani e non ed alla tutela del decoro. Per quanto riguarda il centro di Milano Marittima (zona rossa) e viale Matteotti tratto rotonda III traversa) è stato introdotto un divieto di girare esclusivamente in costume ed a torso nudo.

Sarà inoltre vietato oltre che il commercio in forma itinerante anche mestieri girovaghi vari, come ad esempio cartomanti, se non espressamente autorizzati dall’amministrazione comunale. Ovviamente per quanto riguarda il divieto di girare a torso nudo l’obiettivo non è sanzionare i turisti ma avere uno strumento per un invito deciso a mettersi la maglietta per passeggiare nel centro di Milano Marittima. Tale dispositivo se avrà esisti positivi si potrà anche estendere ad altre parti del territorio costiero.

Sul versante dell’abusivismo è stato introdotto un invito agli esercenti a non far accedere nelle proprie attività venditori abusivi di rose od altri oggetti di modico valore, per evitare di contribuire ad aumentare l’illegalità e cercare di tutelare i clienti di bar e ristoranti. Ovviamente a questo si affiancheranno operazioni di contrasto da parte della polizia municipale

Gli altri provvedimenti riguardano più la prevenzione e la sicurezza per la movida, in particolare è stato esteso in tutto il territorio per le attività commerciali (supermarket), artigianali e distributori automatici il divieto di vendita per asporto di bevande super alcoliche in contenitori di vetro e non, dalle ore 23 alle ore 6, con esclusione fino alle ore 24 (limite già fissato dalla legge nazionale) per le bevande di modico valore alcolico in bottiglie da 33cl e sotto gli 8 gradi. Sarà possibile ovviamente la somministrazione di coktail al bar ed al tavolo.

"Con questo provvedimento si vuole contenere il fenomeno molto in voga di acquistare bottiglie di grossi quantitativi di super alcolici, per raggiungere con pochissima spesa pesanti stati di ubriachezza, che spesso crea gravi problemi", spiega il sindaco Luca Coffari. Il provvedimento di divieto di vendita di bevande super alcoliche in super market ed altre attività di commercio, si applicherà anche nella serata dal 15 al 16 agosto che era completamente stata esclusa dalla legge nazionale.

"In sede di comitato provinciale ordine e sicurezza pubblica avvenuto è emersa la necessità di prevedere delle misure per agevolare il deflusso ordinato dalle feste negli stabilimenti balneari - continua il primo cittadino -. Per evitare insomma d’interrompere di botto la musica con conseguente immediato allentamento di un forte numero di persone, si è previsto per le serate del 10 agosto e 15 agosto, uno spegnimento graduale della musica che dovrà avvenire per almeno il 50% dei livelli acustici entro le 3.15 per poi spegnersi totalmente alle 3.30".

Rimarranno ovviamente in funzione pienamente i sistemi fonometrici e limitatori digitali dei volumi attualmente in uso ai principali stabilimenti balneari. Sono inoltre stati realizzati alcuni incontri operativi con i gestori di alcuni stabilimenti balneari e street bar per definire alcune azioni per prevenire eventuali problematiche come la presenza di sicurezza privata, pulizie a carico dei gestori ed un coordinamento rafforzato di monitoraggio delle situazioni critiche anche con il presidio delle forze dell’ordine.

"Con questi provvedimenti si vuole affermare un principio di prevenzione che si basa sul confronto sereno e costruttivo con i soggetti istituzionali e le categorie economiche - conclude il primo cittadino -. La nostra è una località che deve puntare sul decoro, sulla bellezza urbana e su di un divertimento sano che permette di accogliere più targhet di turisti, giovani, famiglie, terza età. Non è un equilibrio semplice da mantenere e certamente si può raggiungere solo con un forte e costruttivo dialogo e confronto con tutti i soggetti coinvolti".  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Festività di agosto, sicurezza e decoro: a Mi.Ma vietato girare a torso nudo in centro

RavennaToday è in caricamento