Padre e figlio rubano proprio di tutto: tra la refurtiva trovata anche la mano di un manichino

Il furto è stato commesso al Decathlon. L’arresto è stato convalidato ed è stata disposta l’immediata liberazione

Hanno rubato vari materiali per la pesca. Nella rete dei Carabinieri di Granarolo faentino sono finiti padre e figlio, entrambi residente nel lughese. Il furto è stato commesso al Decathlon. L’addetto alla vigilanza aveva notato due persone aggirarsi con fare sospetto e al momento in cui hanno varcato le casse sono stati fermati e sono stati chiamati gli uomini dell'Arma. Nella fattispecie i due “pescatori” hanno sottratto materiali per un totale di 200 euro. Il ragazzo 23enne aveva sottratto  una canna da pesca telescopica della lunghezza di 30 cm nascosta nella cintura dei pantaloni. Lo stesso aveva anche rubato una maglia che aveva indossato per eludere il controllo. Il ragazzino nelle tasche dei pantaloni aveva anche 2 esche, un piombo a pera, 2 esche artificiali. Il padre, invece, un 60enne aveva sottratto una mano di plastica da un manichino. Entrambi sono stati arrestati, sottoposti agli arresti domiciliari in attesa della convalida e del rito direttissimo. L’arresto è stato convalidato ed è stata disposta l’immediata liberazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trema la terra poco dopo le 18, scossa di terremoto nel ravennate

  • Allarga la tua casa costruendo una veranda

  • Terremoto nella notte, una nuova scossa fa tremare la terra

  • Macabro ritrovamento in spiaggia: una donna scopre un cadavere in decomposizione

  • Travolto da un'auto mentre va a scuola in bici: 13enne in ospedale

  • Torna il corso per diventare balia di gattini

Torna su
RavennaToday è in caricamento