Faenza, controlli contro i parcheggiatori abusivi: espulso un nigeriano

Il personale in divisa hanno rintracciato due nigeriani di 34 e 35 anni, in Italia senza fissa dimora, nei pressi del parcheggio antistante l'ospedale civile

Gli agenti della Volante del Commissariato di Polizia di Faenza, affiancati dal personale della Polizia Municipale, hanno intensificato i controlli finalizzati a contrastare il fenomeno dei parcheggiatori abusivi nel centro cittadino manfredo. Il personale in divisa hanno rintracciato due nigeriani di 34 e 35 anni, in Italia senza fissa dimora, nei pressi del parcheggio antistante l'ospedale civile. Uno di essi è risultato clandestino e già inottemperante all’ordine emesso dal Questore di Ravenna nel 2013 di lasciare il territorio nazionale.

L'extracomunitario è stato colpito da decreto di espulsione emesso dal Prefetto di Ravenna e gli uomini della Polizia lo hanno accompagnato al Centro di identificazione ed espulsione di Brindisi. L’altro nigeriano, invece, era in regola con le norme sul soggiorno degli stranieri in Italia essendo titolare di un permesso di soggiorno per attesa occupazione. Tuttavia, poiché era già stato controllato nel corso di un recente e analogo servizio di controllo del territorio e sanzionato per vendita di merce senza la prevista autorizzazione, è stato segnalato all’ufficio immigrazione della Questura per gli opportuni approfondimenti sulla sua posizione di soggiorno.

Confcommercio Ascom Faenza "accoglie con soddisfazione la notizia del recente blitz di Polizia e Polizia Municipale contro i parcheggiatori abusivi. La tematica riguardante queste persone è vissuta con molta preoccupazione dal mondo del commercio poiché indubbiamente disturba commercianti e soprattutto i loro clienti, che dovrebbero essere accolti in centro città senza la paura di essere anche solo disturbati da questi soggetti che aumentano ogni giorno di più".

"Inoltre il centro della città, negli ultimi tempi, è letteralmente invaso da questuanti di ogni genere appostati in ogni luogo che disturbano i passanti e danno un segnale di degrado sempre più marcato - viene aggiunto -. E’ inoltre sotto gli occhi di tutti l’aumento di venditori abusivi che insistentemente tentano di vendere ogni tipo di merce, dai fiori a fazzoletti e calzini disturbando la tranquillità dei passanti. In questo contesto, già fortemente preoccupante, si aggiungono anche suonatori di strumenti musicali e orchestrine improvvisate che schiamazzano per il centro bivaccando per ore nel nostro “salotto buono”".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"E sempre a proposito di bivacchi, è purtroppo diventato quasi normale vedere le scale del nostro Duomo e dei loggiati come punto di ritrovo di persone straniere che mangiano, bevono, si sdraiano e fanno conversazione anche per molte ore al giorno facendoci domandare, a volte, se abbiano un lavoro e come facciano a mantenersi - conclude l'associazione dei commercianti -. Ci auguriamo pertanto che questi ultimi controlli, di cui ci congratuliamo, siano sempre più frequenti e riescano a bloccare una situazione francamente insostenibile".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sui binari: studente minorenne perde la vita

  • Primi due studenti positivi al Coronavirus in due scuole ravennati

  • Il coronavirus fa un'altra vittima. "Mascherina sulla bocca e testa sulle spalle"

  • Coronavirus, un altro studente positivo a scuola: classe in quarantena

  • Si parte in anticipo coi vaccini antinfluenzali: gratis sopra i 60 anni

  • Coronavirus, la nuova fotografia dei contagiati: undici sono in isolamento domiciliare

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento