rotate-mobile
Giovedì, 20 Giugno 2024
Cronaca Faenza

Parco Bucci e Rocca verso una nuova gestione: "La scelta sia obiettiva"

L’associazione 'Essere Animali' chiede al Comune di Faenza di vigilare sul regolare svolgimento del bando tutelando l'assoluta imparzialità della commissione giudicante e preservandola da inopportune pressioni

Si è svolta lunedì mattina, nella residenza municipale di Faenza, l'apertura delle buste contenenti le proposte per la futura gestione dei Parchi Roberto Bucci e della Rocca. L’associazione 'Essere Animali' chiede al Comune di Faenza di vigilare sul regolare svolgimento del bando tutelando l'assoluta imparzialità della commissione giudicante e preservandola da inopportune pressioni.

“Dopo gli errori della gestione passata, ci auguriamo che vi sia l’intenzione di voltare pagina - spiegano dall'associazione - Nell'estate del 2016 gli animali che popolavano il parco furono colpiti da una grave epidemia di botulismo, una patologia che si sviluppa nelle acque stagnanti e poco ossigenate. L'effetto del fenomeno fu devastante e nel giro di pochi giorni il parco si riempì di carcasse in decomposizione e di animali in agonia. Rifiuti, acque putride e melmose, vegetazione, arredi da troppo tempo privi di manutenzione e vialetti sconnessi e pieni di buche facevano da triste contorno alla moria di animali; inoltre non vi era alcun programma in atto per tenere sotto controllo la proliferazione dei conigli. Nei mesi seguenti abbiamo assistito con soddisfazione ai lavori di riqualificazione del Parco Bucci ma anche a una serie di episodi che ci spingono, purtroppo, a dover sottolineare come il bando indetto dal Comune di Faenza per l'affidamento della gestione del parco debba assolutamente essere svincolato da logiche clientelari. Visto il contesto alquanto preoccupante ci rivolgiamo al sindaco del comune di Faenza e al dirigente capo del settore Lavori pubblici dell'Unione delle Romagna Faentina affinché vigilino con attenzione e rigore sul regolare svolgimento del bando tutelando l'assoluta imparzialità della commissione giudicante e preservandola da inopportune pressioni e ingerenze. Ci auguriamo anche che la commissione giudicante possa operare con obbiettività, scegliendo la proposta più opportuna per valorizzare il parco e la rocca invece di cedere, come troppo spesso accade nel nostro paese, a logiche clientelari".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parco Bucci e Rocca verso una nuova gestione: "La scelta sia obiettiva"

RavennaToday è in caricamento