Cronaca

Un parco wellness senza barriere in memoria del fidanzato scomparso: "Per ricordarlo con un sorriso"

E' l'idea di Cinzia, che ha deciso di raccogliere fondi per donare alla città un nuovo parco intitolato ad Alex, suo compagno per 13 anni

Un parco wellness accessibile a tutti in memoria del fidanzato scomparso. E' l'idea di Cinzia Galeotti,  38enne ravennate che ha deciso di raccogliere fondi per donare alla città un nuovo parco intitolato ad Alex, suo compagno per 13 anni, scomparso a 42 anni il 1 giugno 2019 a causa di un incidente stradale.

"Alex era il mio compagno di vita, come dicono tutti eravamo l'uno l'ombra dell'altro, sempre in moto e in compagnia - racconta Cinzia - Lui era un grande appassionato di moto proprio come me: quella per le moto è una passione che abbiamo condiviso costantemente. Oltre a questo era un ciclista e un appassionato di sport, proprio per questo la scelta del parco wellness. Insieme abbiamo sempre operato nella beneficenza, seppur senza far parte di associazioni, ma assieme a un nutrito gruppo di amici, tutti accomunati dalla passione per le moto: organizzavamo motogiri ed eventi per biker per poter poi donare l'intero ricavato, era nostra premura impegnarci ad acquistare direttamente attrezzature o altro e consegnarlo. Ad esempio abbiamo donato un sollevapersone al centro traumatologico di Ravenna, condizionatori all'ospedale Santa Maria delle Croci, un defibrillatore alla asd Taekwondo, tv al centro anziani, panche da esterno e armadi a due scuole ravennati".

Dopo avere aiutato tanto la città, ora Cinzia chiede aiuto agli stessi cittadini: "Il giorno del suo incidente, avrei dovuto essere con lui. Essermi salvata l'ho visto come un segno, sentivo di dover fare qualcosa. Così, volendo conciliare il suo ricordo con qualcosa a beneficio della collettività, ho pensato a un parco con attrezzature anche per disabili. Lui ha dato tanto di sè a tantissimi e questo progetto credo sia un bel modo di ricordarlo. Vogliamo realizzare un parco wellness outdoor nel quale ci saranno attrezzature ginniche sia per normodotati che per disabili, quindi uno spazio inclusivo senza barriere che permetta a chiunque, compreso chi ha una ridotta capacità motoria, di praticare sport all’aria aperta. E’ stato pensato per aggregare e sensibilizzare gli sportivi e non, senza discriminazioni. La sua realizzazione sarà un valore aggiunto per la città, per quelli che il “Parco di Alex” se lo vivranno, godranno e anche per coloro che Alex se lo sono vissuto e lo ricorderanno una volta in più con un sorriso".

Il parco nascerà nell’area verde del Mausoleo di Teodorico, uno spazio concesso dal Comune, come spiega Cinzia: "Chiunque avesse piacere di contribuire a questo ambizioso - ma costoso - progetto può farlo facendo una donazione diretta contattandomi in privato al numero 3890589156 o all'indirizzo mail ilparcodialex@gmail.com. Mi sta aiutando molto il motoclub 'Only two wheels', di cui Alex faceva parte, mi sta affiancando nella raccolta fondi"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un parco wellness senza barriere in memoria del fidanzato scomparso: "Per ricordarlo con un sorriso"

RavennaToday è in caricamento