Da Ravenna a Vicenza per far nascere il loro bimbo in mezzo al bosco - FOTO

Hanno percorso circa 200 chilometri per permettere al loro piccolo Michelangelo di venire alla luce in mezzo al bosco con il rito sciamanico.

Hanno percorso circa 200 chilometri per permettere al loro piccolo Michelangelo di venire alla luce in mezzo al bosco con il rito sciamanico. Protagonista della vicenda una coppia di ravennati: lei è Alessia Padoan, 31 anni, operatrice olistica, lui è Antonino Putortì, 51 anni, esperto in sciamanesimo ed in passato marito di Luce Caponegro, la ex pornostar meglio nota con il nome d’arte di Selen. Il parto è avvenuto il 27 agosto in un bosco nei pressi del Monte di Malo, in località Calcara, provincia di Vicenza, all’interno di una tenda preparata ad hoc da un’ostetrica di 27 anni specializzata in parti in casa, Elena Cecchetto, che la mamma ravennate aveva conosciuto tramite internet proprio mentre cercava informazioni su questo tipo di parto.

Il piccolo, che appena nato pesava 3,5 kg, sta bene e potrà tornare a casa non appena, come chiede il rito sciamanico, non avranno ‘restituito’ la placenta alla terra, piantandoci sopra un albero. Durante il parto la coppia non era sola: oltre ad Elena erano infatti presenti due amici sciamani che durante il travaglio (durato circa due ore) hanno cantato e suonato tamburi. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Ho realizzato un sogno - ha detto la neomamma - ma ci tengo a sottolineare come non sia stato un capriccio, bensì il culmine di un lungo percorso che io e Antonino abbiamo iniziato anni e anni fa, conclusosi con questa idea di far nascere Michelangelo come facevano gli antichi migliaia di anni fa, ma con tutte le precauzioni del caso”. E’ bene infatti sottolineare come durante i nove mesi di gravidanza, Alessia sia stata seguita da una ginecologa, con tanto di ecografie, e che il parto nel bosco si sia svolto non lontano dall’ospedale di Vicenza, proprio per evitare gravi conseguenze al piccolo in caso di complicazioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto all'incrocio all'alba: automobilista in gravi condizioni

  • Coronavirus, muore una donna residente nel ravennate

  • Fermati dopo la spaccata al bar investono un Carabiniere: ricercati per tentato omicidio

  • Cade con la bici tra le rocce della palizzata: è in gravi condizioni

  • Dà fuoco al campo della cooperativa e distrugge 20 ettari: ex dipendente arrestato

  • Scuole al via il 14 settembre: no ai turni, alunni a un metro di distanza e lezioni in parchi e musei

Torna su
RavennaToday è in caricamento