menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Partono i saldi estivi, ecco la data e i consigli per acquisti "furbi"

Per 60 giorni anche in Emilia Romagna inizieranno i saldi estivi, un’opportunità per acquistare capi d’abbigliamento, calzature e altri numerosi articoli a prezzi scontati

Da sabato 1 luglio e per 60 giorni secondo quanto stabilito dalle Regioni, anche in Emilia Romagna inizieranno i saldi estivi, un’opportunità per acquistare capi d’abbigliamento, calzature e altri numerosi articoli a prezzi scontati. “Facciamo acquisti e spendiamo nei nostri territori – sottolinea Monica Ciarapica, presidente provinciale della Confesercenti – la Provincia è ricca di negozi di vicinato e ed bene affidarci ai commercianti con cui si instaura un rapporto di fiducia con conseguente vantaggio sia per il consumatore a caccia dell’affare che può acquistare a prezzi vantaggiosi, sia per il commerciante che cerca di far quadrare i bilanci con gli incassi dei saldi dopo un inverno e una primavera non facili. Se i negozi lavorano anche i centri commerciali naturali restano “vivi” e quindi frequentati da residenti e da turisti. Naturalmente la variabilità del flusso dei consumatori nei trenta giorni successivi non sarà quello dell’inizio, ma il fatto che sia stato introdotto il divieto di effettuare vendite promozionali nel periodo prima dei saldi offre un impulso maggiore al desiderio di acquistare e ridona il vero significato alle vendite di fine stagione".

Le regole e i consigli per gli acquisti sono quelli consueti (esposizione del cartellino con il prezzo di partenza, lo sconto e il prezzo finale). Per i capi di abbigliamento accertarsi che la composizione eventualmente dichiarata nel cartellino d’accompagnamento corrisponda a quella dell’etichetta vera e propria del prodotto, evitare capi che non hanno l’etichetta di composizione e preferire quelli che hanno anche l’etichetta di manutenzione ovvero le istruzioni per il lavaggio. In caso di prodotto difettoso, seppur venduto a saldo, si può chiedere il cambio, la riparazione o la restituzione del denaro, al momento dell’acquisto conviene sempre chiedere se sarà possibile cambiare la merce ed entro quanto tempo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento