menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Pavimentazioni storiche in discarica?": critiche sui lavori in via Maggiore

Mentre un gruppo di cittadini ha chiesto soluzioni alternative al previsto abbattimento di sette pini storici, un’altra questione relativa a via Maggiore è saltata all’occhio del meetup

Mentre un gruppo di cittadini, costituito da residenti ed esercenti di via Maggiore, ha chiesto a gran voce soluzioni alternative al previsto abbattimento di sette pini storici riuscendo a ottenere una proroga per ulteriori valutazioni, perizie e proposte alternative, un’altra questione relativa a via Maggiore è saltata all’occhio del meetup 'A riveder le stelle'. "Sono infatti in corso lavori per un milione di euro, stanziati dal Comune, per la “bonifica” da radici su strade e marciapiedi in via Maggiore e via Faentina - spiegano dal meetup - Martedì mattina un escavatore stava liberando la sottostrada di via Maggiore dallo strato d’asfalto, all’altezza di uno storico ristorante. Ebbene, nelle vicinanze degli alberi da abbattere è stato possibile documentare che non vi erano radici affioranti ma, anche, che veniva smantellato l’originale acciottolato ottocentesco. Gli addetti ci hanno comunicato che sarebbe stato conferito in discarica. Successivamente un responsabile dei lavori ha negato. Il camion con cassone e benna, della stessa ditta esecutrice dei lavori parcheggiato davanti all’edicola di via Maggiore, avrebbe fatto supporre, appunto, la fine miserabile del prezioso acciottolato. Si tratta senza dubbio dello stesso acciottolato ritratto nel celebre “Donna con la fascina” dipinto nel “Borgo di Porta Adriana” nel 1875 dal fiorentino Telemaco Signorini, esponente di spicco della corrente dei “macchiaioli”, e che compare in altre fotografie dell’epoca. Ciottoli di fiume, posati su un fondo drenante di terra o sabbia, lavorati dal sapiente ed umile lavoro dei “macarén”: materiale che ora non è più possibile cavare dai greti fiumi e che finisce senza colpo ferire in discarica? Un’altra questione su cui il Comune di Ravenna, a fronte di investimenti così sostanziosi, dovrà fare chiarezza".

2019_06_04_ciottolato storico via Maggiore2-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Dall'Antica Roma al terzo millennio: il mito eterno dei Lom a Merz

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento