rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Cronaca Faenza

La faentina Sara Lusa conquista la 37esima edizione del Pavone d'Oro

Con un consenso unanime di pubblico e giuria sottolineato da applausi scroscianti, Sara ha sbaragliato le altre concorrenti della categoria C giunte in finale

Le autorità
Nel corso delle premiazioni il sindaco di Faenza ha ringraziato l'Associazione Pavone D'Oro, sottolineandone l'impegno nel farsi carico ogni anno dell'organizzazione della manifestazione e l'alto livello dello spettacolo “di cui come amministratori siamo molto orgogliosi”, e il vescovo Stagn,  che ha ricordato il lavoro svolto da Don Italo. Alla serata è intervenuto poi Don Marco Ferrini, presidente dell’Associazione Pavone D’oro accompagnato da Pape Gurioli, presidente di Giuria che ha puntato sull’importanza di dare continuità al lavoro iniziato da Don Italo con i giovani.

“Il messaggio di Don Italo è vincente e attuale” ha ricordato Don Marco “e noi non facciamo altro che raccoglierne la preziosa eredità, facendo del nostro meglio”. Pape Gurioli, noto pianista, compositore, arrangiatore e produttore ha ricordato i suoi esordi nel mondo della musica proprio grazie a Don Italo. “Ho conosciuto Don italo grazie a Padre Albino – ha raccontato visibilmente emozionato – e da lì è cominciato tutto. Don Italo mi regalò un pianoforte Wurlitzer, un piano professionale molto costoso. All'epoca costava 800 mila lire, equivalente allo stipendio di 6 mesi di un operaio”. 

La giuria
A decretare i vincitori è stata come ogni anno, una giuria super tecnica di esperti del settore musicale presieduta da Pape Gurioli: una carriera dedicata alla musica, pianista, compositore, arrangiatore, produttore artistico e composta da Roberta Caroli (logopedista, vocologa e vincitrice del Pavone d'Oro 1999); Laura Zoli (docente di canto, cantante e attrice); Annarita Donati (cantante del gruppo Le Meteore e vincitrice della 3° edizione del Pavone D'oro); Rossana Ruello (diplomata al conservatorio di Pesaro in pianoforte e canto lirico, docente di canto ed esperta in vocologia artistica); Barbara Bandini (cantante e vincitrice del Pavone d'Oro 2000) e Rita Fabbri (speaker radiofonica in rappresentanza della radio ufficiale del Pavone Radio RCB ).

Gli ospiti
Ospite della serata è stato il comico cesenate Luca Giardullo finalista di “Faenza Cabaret” che tra le varie gag proposte ha portato con sé il figlioletto di 7 anni. “Non aveva mai visto suo padre lavorare – ha raccontato nel corso della sua esibizione – e così l'ho portato con me promettendogli che vi avrei raccontato qualche scena di vita familiare avvenuta nel corso della gravidanza di mia moglie”.  

Band e cori - I brani sono stati accompagnati live dalle due band del Pavone D'oro capitanate dal M° Gabriele Bertozzi. Le categorie A e C sono state accompagnate da Walter Ballardini (batteria), Nicola Dotti (chitarra acustica ed elettrica), Raffaele Montanari (basso) e Gabriele Bertozzi (pianoforte e tastiere). Le categorie B1 e B2 sono state accompagnate da Davide Montanari (chitarra acustica ed elettrica), Filippo Foschini (batteria), Federico Domenicali (basso) e Gabriele Bertozzi (pianoforte e tastiere) 

Tutti i cantanti sono stati coadiuvati nelle loro esibizioni dai due cori del Pavone d’Oro: Coro delle Voci Bianche del Pavone che ha accompagnato i bambini più piccoli (Categoria A) e diretto da Daniela Peroni, mentre per tutte le altre categorie il coro era composto da: Sara Zannoni, già vincitrice del Pavone D'Oro, Clarissa Nicoletto, vincitrice del Pavone d'Oro 2015 ed Eugenia Stefani che ha partecipato a moltissime edizioni del Pavone D'Oro. A condurre le serate sono stati Alessandro Bucci, Enrico Palli, Mattia Del Popolo e Maurizio Tramonti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La faentina Sara Lusa conquista la 37esima edizione del Pavone d'Oro

RavennaToday è in caricamento