Per la legalità: la Bassa Romagna unita contro le mafie

L’Unione dei Comuni della Bassa Romagna aderisce anche quest’anno alla Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime delle mafie, che giunge alla ventunesima edizione.

Nelle giornate del 21, 22 e 23 marzo, nell’ambito del progetto “Il sapore della legalità”, anche quest’anno in tutte le mense scolastiche e nei servizi per l’infanzia dei comuni verrà introdotta la pasta di semola biologica di “Libera Terra” nel menù giornaliero. Libera Terra è un’associazione di cooperazione sociale che coltiva, nel rispetto dell’ambiente e della dignità della persona, le terre confiscate alla mafia e restituite alla collettività.

L’iniziativa è svolta in collaborazione con Bassa Romagna Catering, soggetto gestore del servizio di ristorazione scolastica per i Comuni dell’Unione. All’iniziativa aderisce inoltre l’Associazione Amici della scuola per il Comune di Bagnara di Romagna.

“Ogni 21 marzo, primo giorno di primavera, Libera celebra la Giornata della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie, perché in quel giorno di risveglio della natura si rinnovi la primavera della verità e della giustizia sociale. Dal 1996, ogni anno in una città diversa, viene letto un elenco di circa novecento nomi di vittime innocenti. Ci sono vedove, figli senza padri, madri e fratelli. Ci sono i parenti delle vittime conosciute, quelle il cui nome richiama subito un'emozione forte. E ci sono i familiari delle vittime il cui nome dice poco o nulla. Per questo motivo è un dovere civile ricordarli tutti. Per ricordarci sempre che a quei nomi e alle loro famiglie dobbiamo la dignità dell'Italia intera”.

La città scelta a livello nazionale per il 2016 è Messina, mentre la città individuata per l’Emilia-Romagna è Reggio Emilia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“La Bassa Romagna vuole essere un territorio refrattario alla illegalità e alle mafie - ha sottolineato Enea Emiliani, sindaco referente per le Politiche educative dell’Unione -. Anticipiamo che il 17 maggio ci sarà la marcia della legalità, le scuole medie del territorio si ritroveranno a Lugo per marciare contro le mafie”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Drammatico schianto all'incrocio: nell'impatto con un'auto muore sul colpo un centauro

  • Disperato dopo la separazione, costretto a svendere su internet anche l'aspirapolvere

  • Acquista una scultura per pochi euro e scopre di aver trovato un tesoro

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna si smarca dall'obbligo della mascherina all'aperto

  • Carambola sull'Adriatica, dopo il tamponamento lo scontro frontale: grave uno scooterista

  • Il forte vento mette in ginocchio gli alberi, due auto travolte dai tronchi precipitati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento