"Per la sicurezza creiamo la figura di assistente civico della Polizia Municipale"

E' la proposta di Veronica Verlicchi, consigliere della lista civica La Pigna, che torna a insistere sulla questione sicurezza, molto discussa nell'ultimo periodo da cittadini e politici

"La sicurezza è una questione seria e, a Ravenna, uno dei problemi più sentiti. Ogni cittadino non solo ne ha necessità, ma anche diritto derivante, peraltro, dal pagamento delle tasse. Gli episodi di criminalità continuano ad aumentare mentre l'amministrazione comunale continua a trattare distrattamente la questione, senza mai assumersi la responsabilità di un’iniziativa forte ed efficace". Non usa mezze parole Veronica Verlicchi, consigliere della lista civica La Pigna, che torna a insistere sulla questione sicurezza, molto discussa nell'ultimo periodo da cittadini e politici.

La proposta

"É quantomeno necessario, per non dire urgente, predisporre fin da ora un programma integrato di interventi per garantire sicurezza ai cittadini e alle loro abitazioni - spiega Verlicchi, presentando la proposta della lista - Tale programma deve consentire una più elevata azione di controllo del territorio, anche con l’ausilio dei cittadini volenterosi e della vigilanza privata, specie nelle ore notturne. Contestualmente, occorre predisporre immediatamente una serie di investimenti legati principalmente al sistema di videosorveglianza intelligente a servizio delle centrali operative delle Forze dell’ordine. Occorre, altresì, sostenere e organizzare l'impegno dei cittadini, così da aumentarne utilità ed efficacia. La nostra proposta é quella di istituire un apposito registro per "assistente civico della Polizia Municipale", al quale si potranno iscrivere coloro che avranno frequentato un corso di formazione gestito dalla Polizia Municipale. Al comandante della Municipale spetterà poi il compito di nominare un coordinatore degli assistenti civici per ogni consiglio territoriale (in totale dieci), che a sua volta si relazionerà con gli assistenti civici del suo territorio, al fine di consentire un più razionale servizio di vigilanza". 

Le chat Sos di Whatsapp

"Diversi sono i cittadini iscritti ai gruppi Sos di Whatsapp, segnale evidente che la sicurezza é ormai diventata una delle principale preoccupazioni che affliggono i ravennati - continua il consigliere - Molti di loro potrebbero diventare aspiranti assistenti civici nelle zone in cui risiedono, vedendosi riconoscere così un ruolo che di fatto già svolgono. É nostra opinione che tutti quei cittadini che dedichino impegno e tempo al servizio di assistenza civica debbano essere agevolati con una riduzione delle imposte comunali, calcolata in base al tempo dedicato. E’ indispensabile, inoltre, supplire alle carenze di controllo della città e del forese facendo ricorso anche alla vigilanza privata. Tale impiego dovrà essere sempre gestito dal Comandante della Polizia Municipale in tutte le zone, con particolare riferimento a quelle più degradate, dove per carenza di servizio il controllo scarseggia. Siamo fermamente convinti che una tale organizzazione, unita alla video sorveglianza intelligente, al miglioramento dell'illuminazione pubblica, all'utilizzo di un'apposita applicazione di segnalazione collegata alle Forze dell'ordine  e al miglioramento della dotazione in uso alle Forze di Polizia possa rappresentare la chiave di volta per contrastare la criminalità che attanaglia la nostra città e restituire, finalmente, serenità ai ravennati. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I finanziamenti

Per il finanziamento del progetto, secondo Verlicchi, si potrebbe ricorrere "all'utilizzo del credito che il Comune di Ravenna, quindi i cittadini, vanta nei confronti di Ravenna Holding spa, credito derivante dall'operazione di riduzione del capitale sociale della Holding. Tali risorse, unite al reperimento dei finanziamenti regionali e nazionali, già ottenuti da altre città della nostra Regione mentre Ravenna dormiva, sarebbero di grande sostegno alla lotta alla criminalità".

La "Pila della sicurezza" del comandante Giacomini: "Sarà il leitmotiv del prossimo triennio"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si schianta con la moto: il guard rail gli amputa entrambe le gambe

  • Tragico schianto tra tre auto all'incrocio: muore un automobilista

  • I vantaggi del fitwalking, un ottimo modo per dimagrire e rimettersi in forma

  • Investita alla rotonda mentre va in bici: donna in gravi condizioni

  • Aggredite a morsi dal cane nel cortile di casa: bambine in ospedale

  • Coronavirus, un nuovo caso e un decesso: i test sierologici scoprono gli asintomatici

Torna su
RavennaToday è in caricamento