menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pesca abusiva di vongole e bracconaggio: controlli e sanzioni della Polizia Provinciale

La polizia provinciale di Ravenna ha effettuato diversi interventi a contrasto della pesca abusiva di vongole nella valle Baiona e contro il bracconaggio di anatidi.

A finire nella rete della Polizia provinciale sono stati infatti tre pescatori abusivi che, tramite l'ausilio di una grossa turbo-soffiante, avevano raccolto circa settanta kilogrammi di vongole pronte per essere immesse sul mercato senza nessuna certificazione di carattere igienico-sanitaria. Ai tre pescatori abusivi che sono stati sorpresi dagli agenti della Polizia provinciale, mentre erano intenti alla pesca e alla raccolta dei molluschi, nelle acque classificate per la pesca, sono state elevate importati sanzioni amministrative oltre al sequestro di tutto il pescato e dei mezzi idonei a svolgere l'attività illecita: barca e fuoribordo compresi. Stessa sorte capitata ad atri due pescatori abusivi, sorpresi dagli agenti con circa 50 kilogrammi di vongole, sempre nella valle Baiona. Anche per questi è stato predisposto il sequestro del pescato e dei mezzi usati per svolgere l'attività abusiva di raccolta dei molluschi.

L'attività repressiva della Polizia provinciale si è poi rivolta anche al contrasto del bracconaggio alle specie di avifauna nelle zone umide. Gli agenti in servizio hanno infatti sorpreso  tre cacciatori che protraevano l'attività venatoria ben oltre l'orario consentito  nelle zone umide a ridosso della valle e delle pineta. I tre cacciatori individuati nonostante l'oscurità sono stati identificati e verbalizzati dagli agenti proprio per il mancato rispetto del termine dell'attività di caccia  imposto dalla legislazione vigente e dal calendario venatorio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento