Martedì, 22 Giugno 2021
Cronaca

Pesca abusiva nel Lamone: sequestrati 500 chili di vongole

I militari in pattuglia lungo il litorale nord si sono accorti dell’imbarcazione, chiaramente intenta a dragare il fondale

I militari della sezione di polizia marittima della Capitaneria di porto – Guardia Costiera di Ravenna, in coordinamento con il Reparto Operativo, nell’ambito delle attività di controllo del litorale a tutela dell’ambiente marino e costiero hanno intercettato un’imbarcazione che pescava irregolarmente alla foce del fiume Lamone.

Tutto si è svolto nel giro di pochissimo tempo, quando i militari in pattuglia lungo il litorale nord si sono accorti dell’imbarcazione, chiaramente intenta a dragare il fondale. Dopo aver intimato di sospendere subito le operazioni, è stata riscontrata la presenza a bordo di un ingente quantitativo di vongole, che nel frattempo erano state catturate dai pescatori: circa 24 ceste colme di prodotto, per quasi 500 chili di peso, corrispondenti a un elevato valore di mercato.

I militari hanno così avviato un accurato controllo incrociato presso l’Ufficio d’iscrizione e l’ottavo Centro di controllo area pesca dell’Emilia Romagna, costituito presso la Direzione Marittima di Ravenna, al fine di verificare la regolarità dei documenti e delle autorizzazioni esibite in fase di accertamento. Al termine delle verifiche, è emerso che l’unità da pesca si era addentrata in una zona non consentita, depredando il fondale mediante l’impiego della cosiddetta "idrorasca", attrezzatura che dovrebbe essere utilizzata esclusivamente da pescatori autorizzati e in apposite aree in concessione.

Le vongole sono state quindi sequestrate e rigettate immediatamente in mare, perché ancora vive, e l’attrezzatura da pesca è stata posta sotto sequestro. A carico dei pescatori sono state accertate, ai sensi della legge sulla pesca e del Codice della navigazione, sanzioni amministrative per un totale di 2.600 euro, comprensivo anche della sanzione per irregolare assunzione di marittimi a bordo del motopesca. I controlli della Guardia Costiera proseguiranno anche nei prossimi giorni, a tutela dell’ambiente marino e costiero, e nello stesso tempo dei pescatori che seguono la legge, contro la pesca illegale, non documentata e non regolamentata.

26112020-IMG_20201126_123826_resized_20201126_014242576-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pesca abusiva nel Lamone: sequestrati 500 chili di vongole

RavennaToday è in caricamento