menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pescatori dalla Spagna a Cervia in visita all'Ecomuseo

Scopo principale era conoscere la realtà locale e promuovere uno scambio di conoscenze e buone prassi in merito alle attività di pesca, di lavorazione, trasformazione e commercializzazione del prodotto ittico mediterraneo

Mercoledì 19 settembre l’Ecomuseo del Sale e del Mare di Cervia e l’associazione Festa hanno partecipato a una visita sul territorio di una delegazione spagnola di pescatori e tecnici del settore e ne hanno promosso l’incontro con i pescatori di Cervia. L’uscita, organizzata da Gal Delta 2000 nell’ambito della cooperazione transnazionale il Flag Costa dell’Emila Romagna e condotta da Massimo Modanesi, collaboratore locale del Flag Cer, ha visto la presenza dei rappresentanti dei Galp Ría de Arousa, Vigo - A Guarda e Pontevedra.

Scopo principale era conoscere la realtà locale e promuovere uno scambio di conoscenze e buone prassi in merito alle attività di pesca, di lavorazione, trasformazione e commercializzazione del prodotto ittico mediterraneo, con particolare focus sulla molluschicoltura. L’Ecomuseo ha concentrato l’attenzione dei pescatori spagnoli sull’importanza della salvaguardia della memoria storica di Cervia e della difesa del patrimonio culturale locale. Il tour è cominciato con la visita guidata di Musa, Museo del Sale, ed è proseguita con un’uscita in barca storica verso la darsena dove sono stati accolti dalla Coop “La Fenice” che ha presentato la biologica cozza di Cervia. L’uscita si è conclusa al Circolo Pescatori dove, tra degustazione, canti, racconti, i colleghi spagnoli hanno avuto l’opportunità di conoscere anche gli storici pescatori di Cervia, Luciano Sartini e Tomaso Penso, più volte indiscussi protagonisti delle Passeggiate Patrimoniali dell’Associazione Festa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sotterrata nel giardino della scuola una "capsula del tempo": verrà aperta nel 2070

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento