Cronaca Cotignola

Cotignola, via libera al Poc: pianificata l'urbanistica per i prossimi cinque anni

“Siamo molto soddisfatti di avere completato, con quest’ultimo passaggio, la nostra pianificazione urbanistica per i prossimi cinque anni", ha sottolineato il sindaco Luca Piovaccari, presentando il Piano

Il Consiglio comunale di Cotignola ha approvato il Poc 2016-2020, ovvero il Piano Operativo Comunale che contiene gli interventi di sviluppo urbanistico che verranno realizzati nel prossimo quinquennio sul territorio. “Siamo molto soddisfatti di avere completato, con quest’ultimo passaggio, la nostra pianificazione urbanistica per i prossimi cinque anni  - ha sottolineato il sindaco Luca Piovaccari, presentando il Piano -. Il primo dato che emerge è l’estrema riduzione del consumo di suolo: le uniche aree che verranno edificate nel prossimo quinquennio riguardano due completamenti residenziali, oltre all’ampliamento della struttura Villa Maria Cecilia. I terreni edificabili sono stati ridotti del 90% rispetto alle previsioni contenute nel Prg, il vecchio piano regolatore: questo si traduce automaticamente anche in una minor tassazione per i proprietari. Fondamentali sono inoltre le opere pubbliche che verranno realizzate in gran parte grazie agli oneri che i privati verseranno nelle casse del Comune, come la rotatoria all’intersezione tra via X Aprile e la Sp 95, e quella all’incrocio tra via Felisio e via Madonna di Genova. Saranno inoltre realizzati nella frazione di Budrio il nuovo parcheggio pertinenziale al cimitero e la nuova illuminazione in via Gaggio”.

Questi interventi permetteranno inoltre al Comune di acquisire terreni o risorse da destinare a interventi di edilizia sociale: “Grazie all’approvazione del Poc potremo sviluppare ulteriori interventi di ammodernamento e manutenzione del nostro patrimonio di edilizia sociale. Parallelamente a questo procederemo anche all’alienazione di alcuni alloggi ormai datati, che ci permetteranno di liberare ulteriori risorse da investire su questo versante”. “Questo Poc guarda al futuro e si muove in piena coerenza con la prossima legge urbanistica regionale - conclude Piovaccari -, che porterà ad annullare quasi definitivamente il consumo di suolo, attraverso una pianificazione attenta e mirata. Si tratta di un nuovo concetto di pianificazione territoriale più attento all’ambiente, all’utilizzo delle risorse e alla valorizzazione del patrimonio urbano esistente”.

Il Poc è stato votato all’unanimità. I Gruppi di minoranza sono usciti dall’aula prima della votazione, motivando la scelta: "Non ci sentiamo di dare un voto contrario a questo ordine del giorno, e crediamo che anche un’astensione non sia corretta - ha dichiarato Ilaria Ricci Picciloni, capogruppo del Movimento 5 Stelle -. Il Poc infatti contiene elementi che riteniamo positivi come la previsione delle due rotonde. Tuttavia rimane uno strumento molto complesso ed eterogeneo e frutto di scelte politiche che non ci appartengono: per esempio, crediamo che il comparto agricolo non sia sufficientemente valorizzato”.

“Sono favorevole ad alcuni contenuti presenti nel Poc, per esempio le rotonde lungamente attese dalla comunità - ha sottolineato Stefano Foschini, capogruppo di Libera Lista -. Ci sono tuttavia alcuni elementi che andrebbero rivisti, come il declassamento di alcune aree oggi edificabili, per le quali i cittadini hanno pa

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cotignola, via libera al Poc: pianificata l'urbanistica per i prossimi cinque anni

RavennaToday è in caricamento