rotate-mobile
Cronaca

Piazza Kennedy: dopo lo "scandalo toilettes" il Comune sospende i bandi per i chioschi

I lavori nella piazza sono in ritardo di sei mesi, ma il cantiere si ferma per il ponte di Ognissanti.

“Bella sorpresa, vero? E’ stato installato di notte, noi lo abbiamo visto solo al mattino, quando abbiamo aperto le attività. Ma come hanno fatto a dare il permesso per mettere una cosa così in pieno centro? Le baracche del cantiere sono più belle!”.

Questo il commento di chi gestisce attività nella zona di piazza Kennedy. L’oggetto dello sdegno, ovviamente, è il chiosco posto sul fronte di via D’Azeglio, che da un lato funge da pensilina per gli autobus, dall’altra da servizio igienico. Una baracchina che ricorda un container e che non può non far sorridere se si pensa al calvario di tanti gestori di locali pubblici del centro storico, che negli anni passati hanno dovuto battagliare per avere la possibilità di mettere tavolini e ombrelloni all’aperto.

Piazza Kennedy, il cantiere fermo, il chiosco delle polemiche

Su piazza Kennedy si è dunque consumata l’ennesima gaffe: la consegna dei lavori è in ritardo di quasi sei mesi (era prevista a metà giugno), ma nonostante questo lunedì 31 ottobre il cantiere era fermo per il ponte di Ognissanti; gli archi metallici che inizialmente erano stati previsti nel progetto sono stati eliminati, ma a favore di chioschi sulla cui estetica c’è molto da ridire.

Nel frattempo, la polemica scoppiata subito dopo l’installazione ha portato il sindaco Michele de Pascale a sospendere i bandi per l’assegnazione di tre chioschi sulla piazza, lungo via Gioacchino Rasponi, che avrebbero dovuto ospitare attività di produzione e vendita di piadina e di prodotti a base di frutta e similari e per la vendita di piante e fiori.

La decisione è stata assunta, spiega il Comune, “ritenendo opportuno attendere l’ultimazione dei lavori di riqualificazione della piazza per valutare definitivamente tutte le strutture accessorie connesse alla fruibilità della piazza stessa. Nei prossimi giorni il sindaco compirà tutti i necessari approfondimenti con i soggetti competenti”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piazza Kennedy: dopo lo "scandalo toilettes" il Comune sospende i bandi per i chioschi

RavennaToday è in caricamento