rotate-mobile
Cronaca Porto fuori-Punta Marina / Via Bubani Terzo

Sarà un contenitore di eventi: nasce la piazza di Porto Fuori

L’intervento si completerà con l’inserimento, nelle otto aiuole previste e delimitate da sedute continue in moduli prefabbricati in calcestruzzo bianco o colorato, di alberature di prima grandezza, come esemplari di Liridendron Tulipifera, della famiglia delle Magnoliacee

Parte in questi giorni l’intervento di realizzazione della piazza di Porto Fuori, tra via Terzo Bubani e via Gabriella Spalletti Rasponi, nelle immediate vicinanze di via Bonifica, in posizione centrale rispetto all’abitato. L’amministrazione comunale ha infatti consegnato lunedì all’impresa appaltatrice, la Società cooperativa braccianti riminese, i lavori, che avranno una durata contrattuale di 300 giorni. L’intervento ha richiesto un investimento da 420mila euro.

“Il progetto – ricorda l’assessore ai Lavori pubblici Roberto Fagnani - è stato condiviso con il comitato cittadino. L’obiettivo principale che abbiamo voluto perseguire è stato quello di creare uno spazio con una propria funzione di centralità e aggregazione, anche per manifestazioni, eventi, iniziative per la comunità”. Oltre alla piazza, il progetto prevede la realizzazione di una fascia di parcheggi in fregio a via Bubani. La progettazione ha riguardato anche il sistema fognario di raccolta e smaltimento delle acque meteoriche e l’impianto di pubblica illuminazione, prevedendo sia una illuminazione puntuale, tramite punti luce di arredo urbano, che una illuminazione “segnapasso”".

"L’intervento - specifica Fagnani - si completerà con l’inserimento, nelle otto aiuole previste e delimitate da sedute continue in moduli prefabbricati in calcestruzzo bianco o colorato, di alberature di prima grandezza, come esemplari di Liridendron Tulipifera, della famiglia delle Magnoliacee. Le aiuole, dotate di impianto di irrigazione, saranno tappezzate con ciottoli/ghiaia selezionata per ridurre l’eccessiva evaporazione nei mesi estivi, la quantità di acqua di irrigazione necessaria e la manutenzione delle aiuole stesse".

"Vista la vocazione della futura piazza a spazio per manifestazioni ed eventi, nel progetto sono state previste inoltre due colonnine a scomparsa per la distribuzione di energia elettrica e un armadio per l’alloggiamento di un contatore dedicato alle manifestazioni. L’area prenderà il nome di “Piazza dell’Incontro”, così come richiesto dai bambini della scuola elementare Cavina, da singoli cittadini e da realtà associative del paese al Comitato cittadino e approvato dalla giunta il 10 luglio 2012 accogliendo la proposta della commissione toponomastica", conclude.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sarà un contenitore di eventi: nasce la piazza di Porto Fuori

RavennaToday è in caricamento