Picchiata dal marito anche se passava davanti alla tv: ma lei non lo voleva denunciare

La picchiava ripetutamente, con calci e pugni e pure con un manico di scopa. Anche per futili motivi, davanti al bimbo di appena 6 mesi: ma lei non lo voleva denunciare

Il manico di scopa usato per picchiarla

A distanza di poche ore dall’arresto per maltrattamenti del 34enne moldavo che aveva picchiato selvaggiamente la moglie al punto da farla svenire (LEGGI L’ARTICOLO), i carabinieri di Faenza si sono imbattuti in un’altra storia di violenza familiare. Ancora una volta una donna nel mirino di chi ha giurato amore eterno e invece riceve botte e umiliazioni. La vicenda che ha portato all’arresto dell’uomo è tristemente simile a quella precedente ma per certi aspetti ancora più sconcertante. Anche questa volta l’intervento dei carabinieri è stato provvidenziale ed il compagno della donna, il 37enne, è finito in manette con l’accusa di maltrattamento verso familiari e lesioni personali aggravate.

FUORI CASA PER NON VEDERE IL COMPAGNO - A fare da sfondo alla vicenda  una situazione di degrado sociale. L’uomo infatti è l’unico che porta a casa qualche soldo lavorando saltuariamente e non in regola in alcuni mercati della zona mentre la compagna, diventata mamma da appena sei mesi è costretta a sopportare le angherie del compagno. La 30enne ha raccontato ai carabinieri che negli ultimi tempi era costretta ad intrattenersi, con il bimbo, per ore fuori dall’abitazione proprio per non incontrare il convivente. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

PICCHIATA PERCHE’ PASSAVA DAVANTI ALLA TV - Quando era in casa, viveva in una situazione di auto-segregazione in una stanza chiusa a chiave, dalla quale usciva il minimo indispensabile, ad esempio per far mangiare il bambino. La donna ha anche raccontato i motivi per i quali l’uomo la picchiava, quasi sempre futili, come quella volta che ad esempio la colpi’ perché  si era fermata davanti allo schermo  della tv mentre l’uomo si trovava a guardare un programma. Liti e botte che la donna ha detto succedersi quasi tutti i giorni. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sui binari: studente minorenne perde la vita

  • Primi due studenti positivi al Coronavirus in due scuole ravennati

  • Coronavirus, un altro studente positivo a scuola: classe in quarantena

  • Si parte in anticipo coi vaccini antinfluenzali: gratis sopra i 60 anni

  • Il coronavirus fa un'altra vittima. "Mascherina sulla bocca e testa sulle spalle"

  • Elezioni a Faenza: lo spoglio delle schede e i risultati - LA DIRETTA

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento