rotate-mobile
Sabato, 26 Novembre 2022
Cronaca

Torna “Una Piega per lo Ior”: una seduta di bellezza per aiutare le donne malate di cancro

L’evento va a sostegno del Progetto Margherita, attività di fornitura di parrucche oncologiche gratuite alle pazienti in chemioterapia

L’Istituto Oncologico Romagnolo chiede uno sforzo a tutte le donne di Ravenna a favore delle pazienti che lottano contro il cancro: quello di farsi belle di domenica. Più precisamente domenica 6 novembre dalle ore 9:30 alle ore 17:00, quando un gruppo di parrucchieri del territorio metterà a disposizione la propria esperienza con l’evento “Una Piega per lo IOR” presso la Sede FormArt di viale Newton 78. 

Il format dell’iniziativa è oramai consolidato: a fronte di un’offerta minima di 15 euro i professionisti di bellezza si prenderanno cura dell’acconciatura di chiunque voglia partecipare: aggiungendo 10 euro gli estetisti presenti si occuperanno dello smalto. Il ricavato verrà interamente devoluto a sostegno del Progetto Margherita dell’Istituto Oncologico Romagnolo, il servizio di fornitura gratuita di parrucche oncologiche per le donne che affrontano l’effetto collaterale più riconoscibile delle terapie: la calvizie. Si tratta di un’attività molto importante, che mira a difendere la bellezza, la femminilità, l’identità delle pazienti colpite dalla malattia. I numeri testimoniano quanto sia utilizzato: nel 2021, nonostante la pandemia, ben 352 donne ne hanno usufruito, di cui 100 nella sola provincia di Ravenna.

L’evento si svolgerà in collaborazione con l’Associazione Provinciale di Confartigianato Ravenna e Obiettivo Bellezza by FormArt: sponsor tecnici invece Open Space e Davines, che forniranno i prodotti. "Una Piega per lo IOR è il tipico esempio di quanto il volontariato dell’Istituto Oncologico Romagnolo sia intraprendente e creativo – spiega il Direttore Generale IOR, Fabrizio Miserocchi – le parrucchiere volontarie del Progetto Margherita hanno deciso di proporre queste giornate in occasione del nostro progetto di crowdfunding “La Mia Mamma è Bellissima”: il successo e la partecipazione di popolo è stata tale che non solo ciclicamente viene riproposto, ma addirittura le persone che ci seguono ce lo chiedono". 

"Una Piega per lo IOR si inscrive benissimo in una mission più ampia che stiamo portando avanti ultimamente su tutta la Romagna: trovare un posto, all’interno dei percorsi di cura oncologici, per la bellezza, nella consapevolezza che l’obiettivo finale della guarigione deve andare di pari passo con la preservazione della massima qualità di vita possibile per il paziente. Il Progetto Margherita - continua Miserocchi - è la dimostrazione lampante di quanto sia importante questo aspetto: una parrucca non sposta le prospettive di sopravvivenza di una donna colpita da tumore, ma può essere decisiva e far la differenza per non permettere alla malattia di privarle della loro identità e socialità. I parrucchieri, nella loro attività di volontariato, possono toccare con mano quanto sia importante il loro aiuto per le pazienti, dunque tanta intraprendenza nel sostegno di questa attività non mi stupisce: tuttavia l’altruismo e la generosità non va mai data per scontata, quindi ringrazio una volta di più chi dedicherà alcune ore del proprio tempo e metterà gratuitamente a disposizione la propria professionalità a favore della causa di chi soffre. Spero vivamente che, come sempre, le persone premieranno questa iniziativa e si presenteranno numerose".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torna “Una Piega per lo Ior”: una seduta di bellezza per aiutare le donne malate di cancro

RavennaToday è in caricamento