menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto Massimo Argnani

Foto Massimo Argnani

Nave ravennate attaccata dai pirati nel Golfo del Messico: due feriti

Dopo aver rubato la refurtiva, i pirati hanno abbandonato l'imbarcazione e si sono allontanati. Al momento dell'assalto, sulla nave si trovavano 35 persone

Una nave della Micoperi, azienda con base a Ravenna che rappresenta uno dei maggiori contractor dell'industria offshore, è stata attaccata da un commando di pirati mentre si trovava nelle acque del Golfo del Messico.

Secondo informazioni riportate dalle agenzie di stampa, ad assaltare la “Remas” sarebbe stato un gruppo di 7-8 pirati, che ha raggiunto la nave italiana con due barchini veloci. Una volta a bordo il commando ha aperto il fuoco contro l'equipaggio, derubandolo di quanto possibile. Due marittimi italiani sono rimasti feriti nell'assalto, uno colpito da un oggetto contundente alla testa e uno ferito da un colpo d'arma da fuoco al ginocchio: nessuno dei due sarebbe in pericolo di vita. Tra i due feriti c'è anche un ravennate: il 42enne Andrea Di Palma, insieme al collega Vincenzo Grosso.

Un ravennate ferito a colpi di pistola dai pirati sulla nave Micoperi: "Poteva andare molto peggio"

remas-nave-italiana-messico-ansa-2-2

Dopo aver rubato la refurtiva, i pirati hanno abbandonato l'imbarcazione e si sono allontanati. Al momento dell'assalto, sulla nave si trovavano 35 persone (delle quali nove italiane), compreso un ufficiale della Marina mercantile messicana, che ha poi coordinato i contatti con le autorità locali. I due feriti sono stati sbarcati nel porto di Ciudad del Carmen, dove la "Remas" è arrivata scortata da una unità militare messicana e dove si trovava il personale medico allertato per soccorrere i due marittimi. L'Unità di Crisi del ministero degli Esteri segue con la massima attenzione e in raccordo con l'ambasciata d'Italia a Città del Messico il caso.

nave-italiana-pirati-mappa-ansa-2-2

H infatti preso il via un importante progetto acquisito ultimamente da Micoperi in territorio messicano. La compagnia petrolifera messicana Pemex ha stipulato con Micoperi un contratto di 220 milioni di dollari, distribuito nei prossimi tre anni, per la manutenzionedelle piattaforme esistenti. Fabio Bartolotti, vicepresidente Micoperi, da due anni si è trasferito a Città del Messico con la famiglia per gestire lo sviluppo dell'azienda in territorio centro americano.

Foto Massimo Argnani

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il gioco da tavolo dell'Inferno di Dante approda a Ravenna

Salute

Cos'è e come si misura l'Indice di Massa Corporea?

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento