rotate-mobile
Lunedì, 28 Novembre 2022
Cronaca

Pizza in carcere: riparte il corso per pizzaioli rivolto ai detenuti

Dopo due anni di sospensione a causa dell’emergenza sanitaria da Covid, riprende all’interno della Casa circondariale di Ravenna il corso per pizzaioli

Dopo due anni di sospensione a causa dell’emergenza sanitaria da Covid, riprende all’interno della Casa circondariale di Ravenna il corso per pizzaioli. Il corso, riservato ai detenuti, inizia giovedì 27 ottobre grazie all’impegno dell’associazione di volontariato “Il Paese Sant’Antonio per la solidarietà”, con il sostegno della Associazione nazionale pizzaioli e dei Club Lions di Ravenna Dante Alighieri, Bisanzio, Host e Padusa. L’attività formativa è strutturata in lezioni teoriche e pratiche, sulle proprietà nutrizionali della pizza, dalle tecniche di preparazione fino alla fase della cottura.

I corsi svolti all’interno della Casa circondariale, che ebbero inizio nel 2015 su input del Comune di Ravenna – Assessorato alle Politiche Sociali sia grazie alla disponibilità e al sostegno dei Lions Club di Ravenna che dell’Associazione Il Paese Sant’Antonio per la solidarietà, ha portato negli anni, all’interno della struttura, momenti formativi e di valenza trattamentale, che hanno rappresentato per i detenuti opportunità sia di acquisire competenze specifiche e spendibili nel mondo del lavoro al termine della pena, sia di instaurare importanti relazioni umane, tappe di un percorso di crescita e di cambiamento finalizzato al reinserimento nel tessuto sociale esterno.

Questa rappresenta una delle tante iniziative che all’interno dell’Istituto penitenziario di Ravenna vengono organizzate nel rispetto di quanto sancito dall’art. 27 della Costituzione che prevede il principio rieducativo della pena nell’ottica di concedere un’altra chance a chi, avendo commesso degli atti antigiuridici, è privato della libertà.

carcere corso pizzaiolo-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pizza in carcere: riparte il corso per pizzaioli rivolto ai detenuti

RavennaToday è in caricamento