rotate-mobile
Martedì, 21 Maggio 2024
Cronaca

Caso ponte mobile, Nordelettrica Impianti attacca: "La politica si è espressa con troppa leggerezza"

L'impresa, dopo gli accertamenti del caso, è stata esclusa da qualsiasi responsabilità diretta o indiretta sull’accaduto

Sulla mancata apertura del ponte mobile di Ravenna in occasione della Festa del Candiano in Darsena interviene l'azienda Nordelettrica Impianti, per precisare alcuni aspetti relativi al proprio incarico. L'impresa, dopo gli accertamenti del caso, è stata esclusa da qualsiasi responsabilità diretta o indiretta sull’accaduto. "La stessa professionalità che contraddistingue da sempre il nostro lavoro - afferma il presidente Mirko Farneti - l’abbiamo applicata in questi giorni successivi all’evento, offrendo la massima collaborazione sul piano tecnico ma senza entrare nel dibattito che ha inevitabilmente scatenato, non essendo materia che ci compete in alcun modo. Nel momento in cui, però, viene messa in discussione la correttezza del nostro operato, e finanche la nostra “storia”, con illazioni gratuite e liquidatorie che rischiano di infangare 30 anni di lavoro e sacrifici, di innovazione e di riconoscimenti, per di più in un momento difficile come quello che tutti conosciamo, abbiamo ritenuto necessario intervenire direttamente".

Nata nel 1985 dall’idea di un gruppo di tecnici di provata esperienza nel campo elettrotecnico, Nordelettrica Impianti è notevolmente cresciuta negli anni e oggi è una realtà riconosciuta a livello nazionale, che progetta e realizza impianti elettrici di media e bassa tensione e di supervisione e controllo, impianti di trasformazione e distribuzione di alta/media/bassa tensione, sistemi di strumentazione per il controllo del processo e, in generale, impianti tecnologici, per i quali offre anche servizi integrativi post vendita di full-service e reperibilità 24h/365gg. Nella sede di Fusignano è concentrata, oltre alla progettazione e al management, la produzione della quadristica elettrica: power e motor control center, quadri inverter, quadri per bordo macchina e quadri di automazione e controllo.

Un’azienda all’avanguardia, che conta oggi un organico di quasi 100 persone fra dipendenti e collaboratori, e che vanta nelle referenze clienti come Alma Petroli, Enel Power, Agip, Eridania, Marcegaglia, Green Power, Atlas Concorde, Gruppo Ceramiche, Distillerie Mazzari, Rosetti Marino, Smurfit, Blasetti, Vinavil, Cabot, SOL, Liquigas, Lampre, VF Venieri, Randi Group, Cm Manzoni, Tampieri Distillerie, Consorzio della Bonifica Renana e numerosi altri. Tra questi, Autorità Portuale di Ravenna e Cmc, che nel 2009 ha appaltato all’azienda le opere elettromeccaniche del ponte mobile di Ravenna, e di cui quindi Nordelettrica Impianti ha contribuito a progettare la parte elettrica, di sicurezza, di automazione, controllo e supervisione tramite sistema Scada, cui sono seguite la realizzazione, i collaudi e, nei due anni successivi - fino a quando cioè la gestione complessiva è rimasta in capo a Cmc - la manutenzione periodica e la gestione delle opere stesse, eseguendo periodicamente e con regolarità prove di corretto funzionamento.

"Questo per dovere di precisione e, in estrema sintesi, per replicare sia alla definizione di azienda “fantomatica” che ci siamo visti attribuire sulla stampa, sia per rispondere al perché la ditta sia “stata scelta” dall’Autorità portuale per svolgere a luglio interventi sul ponte - aggiunge Farneti -. Se è questo il contributo di serietà e di rispetto che la politica offre alle aziende del territorio che creano lavoro, investono e rischiano, credo sarà ancora più complicato uscire da questo stato di crisi. Nordelettrica Impianti, dopo un 2013 estremamente difficile, viene da un inizio anno in cui ha visto riprendere quote importanti di mercato, reinvestendo gli utili nell’azienda, ma durante il quale ha dovuto subire anche un tentato furto e un incendio doloso dalle conseguenze catastrofiche. Ci siamo dati da fare per continuare a crescere. E ci hanno aiutato anche le numerose attestazioni di stima, di solidarietà e di incoraggiamento ricevute a fronte dei danni subiti. Danni ai quali si aggiunge oggi questa definizione di “fantomatica” azienda, da parte di chi può permettersi di usare parole in libertà, godendo di un’ampia cassa di risonanza, e per la quale riteniamo lecito attenderci quanto meno un messaggio di scuse.
Con riferimento allo specifico incidente del ponte mobile e alle questioni inerenti l’appalto - di cui leggiamo di esposti e denunce, avanzate o minacciate - conclude Farneti - Nordelettrica Impianti continuerà ad offrire piena disponibilità, in totale trasparenza, se chiamata a rispondere del proprio ruolo nella vicenda".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caso ponte mobile, Nordelettrica Impianti attacca: "La politica si è espressa con troppa leggerezza"

RavennaToday è in caricamento