menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ponte del 2 Giugno e rischio assembramenti, tolleranza zero del prefetto. Appello ai giovani: "Serve attenzione"

Dopo le segnalazioni di assembramenti nei pressi dei locali della movida e non solo, in occasione del ponte del 2 giugno è stato disposta un'intensificazione dei controlli di tutte le forze dell'ordine

Un richiamo ai giovani ad una "maggiore attenzione" arriva dal prefetto di Ravenna, Enrico Caterino. Dopo le segnalazioni di assembramenti nei pressi dei locali della movida e non slo, in occasione del ponte del 2 giugno è stato disposta un'intensificazione dei controlli di tutte le forze dell'ordine su aree pubbliche, parchi, pinete, argini fluviali, spiagge, pubblici esercizi e rete stradale. Obiettivo verificare il rispetto delle norme finalizzate ad evitare la diffusione del covid: quindi distanziamento sociale ed uso delle mascherine.

Il prefetto sottolinea "i notevoli rischi di contagio annessi agli assembramenti", invitando quindi i ragazzi "ad una maggiore attenzione", sensibilizzandoli ulteriormente "anche per quanto concerne le possibili conseguenze per i propri familiari di un comportamento incauto". "Dopo una prima fase di persuazione e di richiamo sarà inevitabile adottare una linea di rigore e di fermezza, con l'applicazione delle sanzioni previste qualora si persista nella violazione delle disposizioni relative all'emergenza sanitaria".

Martedì, festa della Repubblica, è prevista inoltre una cerimonia all'insegna della sobrietà, con l'alzabandiera e le disposizioni delle corone alla presenza del sindaco di Ravenna, Michele De Pascale, e di un numero ristretto di autorità locali, come disposto dalla presidenza del Consiglio dei ministri.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Torna l'iniziativa "Parliamo della mia salute": gli incontri

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento