rotate-mobile
Lunedì, 2 Ottobre 2023
Cronaca

Un collegamento più sicuro tra Porto Fuori e Lido Adriano: come sarà la nuova via Bonifica

Sede stradale allargata fino a 7,50 metri, pista ciclabile, semaforo e una piazzola per la fermata dei bus. Un investimento da oltre 3 milioni per i lavori che dovrebbero concludersi nel 2024

Dovrebbero partire a ottobre 2022, al termine della prossima stagione balneare, i lavori di ristrutturazione e riqualificazione di via Bonifica, strada di collegamento fra Lido Adriano e Porto Fuori. Un'opera a lungo richiesta dalle due comunità interessate, data sia l'attuale pericolosità che l'importanza del tratto stradale, le quali chiedono all'Amministrazione di eseguire l'intervento il più in fretta possibile, anche a costo di chiudere interamente la strada. Il progetto esecutivo, approvato dalla Giunta di Ravenna con un impegno economico complessivo di 3 milioni e 300mila euro, prevede attualmente l'emanazione del decreto di esproprio entro la fine del 2021, poi l'assegnazione della gara d'appalto e infine, da ottobre 2022, l'esecuzione dei lavori per un totale di 18 mesi. La nuova via Bonifica, dunque, dovrebbe divenire realtà nel corso del 2024.

Come cambia via Bonifica

L'intervento sulla strada che collega Lido Adriano e Porto Fuori prevede l'allargamento della sede stradale dagli attuali 5 metri a 7,50 metri per un tratto di circa 4 chilometri, con la contestuale realizzazione di una pista ciclabile su corsia riservata, larga 2 metri e mezzo e protetta da un cordolo di 50 centimetri.

"Questo è un investimento su cui hanno lavorato due dirigenti e due assessori - precisa il sindaco Michele de Pascale ricordando che l'iter era già stato avviato dall'amministrazione precedente - Un'opera sulla quale avevamo preso impegni molto forti e che riguarda un'arteria stradale molto trafficata e molto pericolosa. Un'opera richiesta dai residenti delle due loclità e anche dai turisti".

Un obiettivo prioritario, per l'amministrazione ravennate, fra le opere stradali per la quale sarà importante lavorare bene e alla svelta. Il primo cittadino insiste soprattutto sull'importanza della gara d'appalto: "Confidiamo di trovare un partner qualificato per i lavori - afferma De Pascale - Si dovrà selezionare una ditta in grado di svolgere un cantiere così importante".

"Si tratta di un progetto trasversale a due consigli territoriali, quello del Mare e quello della Darsena, con ricadute importanti per le comunità di Porto Fuori e Lido Adriano - aggiunge l'assessora ai Lavori pubblici Federica Del Conte, chiamata a portare a termine l'iter avviato dall'ex assessore Fagnani - Il progetto di ristrutturazione e riqualificazione di via Bonifica giunge al termine di un percorso lungo e impegnativo, ma che ha visto l’importante apporto della comunità locale come i Consigli territoriali e le Pro Loco, ma anche dei residenti che hanno compreso come gli espropri e i disagi che i lavori provocheranno sono propedeutici per avere una strada adeguata all’attuale viabilità che favorisca la mobilità sostenibile, con una migliore e più diffusa illuminazione, con un nuovo servizio autobus".

I lavori di via Bonifica

A esplicare i dettaglo del progetto sono poi il dirigente del servizio Strade Gianluca Rizzo e l'ingegner Cecilia Rosetti. Le criticità principali di via Bonifica riguardano in particolare la larghezza della sede stradale, la presenza di un dosso a metà del percorso, in corrispondenza del Canale della Gabbia, che crea problemi di visibilità, oltre a diversi dissesti e cedimenti della banchina stradale. 

Oltre all'allargamento della sede stradale, sarà realizzato un nuovo percorso ciclabile per consentire un collegamento sostenibile fra le località di Porto Fuori e Lido Adriano. I lavori partiranno proprio da Porto Fuori, dove la strada inizierà ad allargarsi al termine dell'abitato. La ciclabile partirà sul lato sud della strada, per poi passare su lato nord in corrispondenza del primo nucleo di case, dove la fascia di terreno di proprietà comunale è più ampia e già tombata. Per consentire un attraversamento in sicurezza sarà installato un semaforo a chiamata con appositi apparecchi illuminanti a Led che, oltre a consentire un attraversamento sicuro ai ciclisti, costituirà un deterrente al fine di rallentare la velocità dei mezzi che provengono dai lunghi rettilinei. A Lido Adriano, nei pressi del supermercato Lidl di via Manzoni, la ciclabile tornerà sul lato sud, con il marciapiedi esistente che sarà allargato di un metro, e un attraversamento pedonale luminoso.

Altra importante innovazione sarà la piazzola (su entrambi i lati) per la fermata degli autobus con pensilina e rastrelliere per le biciclette, realizzata dopo il gruppo di case che si trovano sull'unica curva di via Bonifica. Particolarmente importanti saranno poi i lavori riguardanti il dosso del Canale della gabbia e quello sul ponticello dello scolo Acque basse che dovrà essere totalmente rifatto. L’intervento sul Canale della gabbia prevede la demolizione dell’intero manufatto. La quota stradale sarà abbassata nel punto massimo di circa 90 cm al fine di eliminare in gran parte il dosso. In questo punto la condotta dell’acquedotto e i cavi della Telecom saranno spostati e reinterrati. Ulteriori manufatti (centralina Hera, rete fognaria, metanodotto, ecc) che si incontrano successivamente a lato della strada necessitano di particolari interventi come spostamenti o interramenti.

A completamento dei lavori ci sarà un potenziamento dell'illuminazione pubblica in alcuni punti, come nei pressi del nuovo semaforo e della nuova fermata bus, e la volorizzazione del paesaggio con la realizzazione di un filtro verde in tutto il tratto di pista ciclabile sul lato nord, attraverso la piantumazione di macchie di arbusti.

Complessivamente i lavori interesserano 20mila metri quadri di terreni da espropriare e un'area equivalente verrà occupata temporaneamente per consentire la realizzazione del cantiere.Nei costi è compreso anche un piano di deviazione per consentire lo svolgimento dei lavori. Per il rifacimento del ponticello sarà infatti necessaria la chiusura della strada, mentre per altre fasi d'intervento potrebbe essere istituito il senso unico o il senso unico alternato. Durante la presentazione dell'intervento è stata espressa soddisfazione da parte dei referenti territoriali delle due comunità, che però aggiungono: "Non dobbiamo farci spaventare dai disagi e partiamo il prima possibile con i lavori".

IMG_20211116_120851-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un collegamento più sicuro tra Porto Fuori e Lido Adriano: come sarà la nuova via Bonifica

RavennaToday è in caricamento