rotate-mobile
Mercoledì, 17 Agosto 2022
Cronaca

La frontiera marittima al porto: nel 2014 scoperti 45 clandestini

Tutta l’attività di controllo viene effettuata dalla Polizia di Stato che controlla i passaporti dei marittimi e dei vacanzieri effettuando anche la comparazione delle impronte digitali ed il rilascio dei visti in forma digitale.

Il Porto di Ravenna rappresenta la frontiera nazionale per gli stranieri che sbarcano dalle navi commerciali e da crociera ed internazionale perchè il controllo da diritto alla libera circolazione in Europa. Tutta l’attività di controllo viene effettuata dalla Polizia di Stato che controlla i passaporti dei marittimi e dei vacanzieri effettuando anche la comparazione delle impronte digitali ed il rilascio dei visti in forma digitale.

Nel corso del 2014 hanno attraccato al nostro porto 3619 navi commerciali e sono stati controllati 135.820 marittimi con contestuale emissione di 33.043 “shore pass” permessi brevi perpoter visitare la città e fare acquisti. Hanno attraccato alle banchine anche 413 navi traghetto e da crociera che trasportavano 42.893 passeggeri tutti controllati con le massime procedure di sicurezza che prevedono l’accesso elettronico alle banche dati nazionali ed internazionali.

In questi contesti sono stati individuati 45 clandestini immediatamente respinti in frontiera ed affidati al comandante della nave con cui avevano viaggiato per il rimpatrio ai paesi di origine. Gli Agenti della Polizia di Frontiera hanno anche rilasciato oltre 500 visti elettronici con impronte digitali per poter far proseguire per altre destinazioni internazionali i marittimi sbarcati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La frontiera marittima al porto: nel 2014 scoperti 45 clandestini

RavennaToday è in caricamento