menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Positivo al Covid abbandona l'isolamento e gira mezza Italia in treno

L'uomo, secondo fonti di polizia, si sarebbe spostato più volte nell'arco di 5 cinque giorni e gli agenti sono al lavoro per tracciare gli spostamenti

In treno da Fiumicino a Rimini, per poi tornare a Roma, passando anche per le Marche e il ravennate. Il tutto nonostante fosse in isolamento fiduciario perché positivo al Coronavirus. A fermarlo, a Termini dopo tanto girovagare per l'Italia, sono stati gli agenti della PolFer della Capitale che hanno notato l'uomo tossire ripetutamente in stazione. A quel punto, secondo quanto si è appreso, hanno attivato le procedure del caso messe in campo dopo l'emergenza Covid: il termoscanner ha confermato che il viaggiatore, 53enne originario del Bangladesh, avesse la febbre e così, con l'aiuto del personale medico specializzato, l'uomo è stato trasferito al policlinico Umberto I dove poi è risultato positivo al Coronavirus.

La PolFer, in collaborazione con le Regioni interessate dal caso, sta indagando per ricostruire gli spostamenti dell'uomo. Di certo c'è che il 53enne era arrivato in in Italia con un volo da Dacca a Fiumicino il 23 giugno, uno di quelli autorizzati dall'Enav che poi hanno portato il Ministero della Salute e quello degli Esteri a vietarli. Sottoposto al test era risultato positivo e avrebbe dovuto rispettare l'isolamento fiduciario, che ha però violato. L'uomo, secondo fonti di polizia, si sarebbe spostato più volte nell'arco di 5 cinque giorni e gli agenti sono al lavoro per tracciare gli spostamenti. Da Fiumicino avrebbe infatti raggiunto Rimini e Milano Marittima, poi Ancona e quindi Roma. Spostamenti, questi, ancora tutti da confermare su cui sono in corso le indagini.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Giardino

Come dare nuova vita al giardino con il Bonus Verde 2021

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento