rotate-mobile
Cronaca

La Lucarelli torna all'attacco dopo il post 'incriminato': "Le scuse non bastano"

Non le sono bastate le scuse di Cristina, la mamma ravennate finita nell'occhio del ciclone per aver pubblicato una foto che è diventata virale dopo che è stata condivisa e criticata dalla stessa blogger

Selvaggia Lucarelli non ci sta. Evidentemente non le sono bastate le scuse di Cristina, la mamma ravennate finita nell'occhio del ciclone per aver pubblicato una foto - o meglio, un "selfie" - sul suo profilo Facebook con una frase che è diventata virale dopo che è stata condivisa e criticata dalla stessa blogger. 

"La mia vita è distrutta, non mi rimane più niente: sono in mezzo alla strada. Vorrei soltanto ritornare a quel maledetto martedì e non pubblicare mai quel post, perchè a causa di quella foto ho perso tutto. Spero tanto che chi ho ferito mi conceda il perdono", ha spiegato Cristina in un'intervista a RavennaToday. Un perdono che, a quanto pare, la blogger ha deciso di non concedere.

"Facebook esiste da 10 anni. La scusa "Ho scritto quella cosa, ma non immaginavo le conseguenze" è fuori tempo massimo - commenta la Lucarelli sul suo profilo Facebook - Se non immaginavi le conseguenze, vuol dire che non leggi e non ti informi. E se non leggi e non ti informi, dovresti chiudere i social e sfogliare un giornale".

Dopo il post nel mirino della Lucarelli: "Ho sbagliato, perdonatemi. Ho già perso tutto"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Lucarelli torna all'attacco dopo il post 'incriminato': "Le scuse non bastano"

RavennaToday è in caricamento