menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Premiati i migliori ortolani vincitori del progetto "Orto che passione"

L’obiettivo del concorso “Orto che passione!” è quello di valorizzare l’impegno e la passione degli assegnatari degli orti sociali

Giovedì pomeriggio si è conclusa a Solarolo la sesta edizione del concorso “Orto che passione!”, promosso dall’assessorato comunale alle politiche sociali. Il concorso è dedicato ai 35 assegnatari degli orti sociali dati in gestione dal Comune e situati su due aree: nella zona Peep vicino al centro urbano e nella zona di campagna della Madonna della Salute.

L’obiettivo è quello di valorizzare l’impegno e la passione degli assegnatari degli orti. La commissione appositamente creata ha assegnato il primo premio ad Agostino Benedetti per la zona Peep e a Giuseppe Di Pompeo per la zona della Madonna della Salute. Il premio speciale al “giovano ortolano” è andato a Vittorio Maria Scaglioso. La consegna dei riconoscimenti è avvenuta alla presenza dall’assessore comunale alle politiche sociali Nailya Tukaeva.

La Caviro, sponsor dell’iniziativa, oltre ad offrire i premi per i vincitori, ha consegnato a tutti i partecipanti del vino sangiovese e del compost da filiera agroalimentare (impiegabile anche nella coltura biologica). "Pur essendo diventata una realtà internazionale, esportatrice in 70 Paesi, con una filiera di oltre tredicimila viticoltori in Italia, Caviro non dimentica di essere partita dal territorio faentino – ha detto Fabio Baldazzi, Direttore Generale di Caviro Distillerie - La presenza di Caviro fra gli appassionati orticoltori di Solarolo è proprio per ricordare che 52 anni fa è nata qui e, per quanto possibile, vuole continuare ad essere legata al territorio d’origine".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Dall'Antica Roma al terzo millennio: il mito eterno dei Lom a Merz

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento