menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Prende avvio in Olanda il progetto europeo WaVE: coinvolta anche Ravenna

Si sono tenute la scorsa settimana a Breda, nei Paesi Bassi, le prime giornate di lavoro dell’evento di lancio del progetto europeo “WaVE”, finanziato dal programma Interreg Europe.

Si sono tenute la scorsa settimana a Breda, nei Paesi Bassi, le prime giornate di lavoro dell’evento di lancio del progetto europeo “WaVE”, finanziato dal programma Interreg Europe. Il progetto, che vede coinvolta la città di Ravenna, sarà guidato dalla cittadina olandese Breda e vedrà la partecipazione di rilevanti partner europei come la Delft University of Technology (Olanda), l’organismo di ricerca italiano CertiMac, nonché la Provincia valenzana di Alicante (Spagna), la città danese di Aarhus e la regione ungherese di Ister-Granum.

WaVE è sinonimo di valorizzazione, attraverso un approccio ecosistemico, del patrimonio legato all’acqua. I suoi partner – tutti accomunati da un ricco patrimonio culturale, storico e archeologico legato, appunto, all’acqua – non intendono limitarsi alla valorizzazione del patrimonio esistente bensì’ auspicano, attraverso l’individuazione di strumenti politici integrati, che questo possa costituire il motore della crescita regionale in ciascuna delle regioni coinvolte. 

Attraverso un lavoro congiunto di condivisione interregionale di conoscenze, esperienze, trasmissione di buone pratiche e coinvolgimento delle parti locali interessate, il progetto (della durata di 36 mesi) oltre che dedicare una forte attenzione allo sviluppo del settore turistico, è orientato alla definizione di nuovi modelli innovativi di sfruttamento sostenibile che ci si aspetta possano avere delle ricadute positive in termini di miglioramento delle condizioni socio/economiche e della situazione ambientale. 

«L’area d’intervento del progetto, ovvero, la valorizzazione del patrimonio naturalistico, culturale e storico legato all’acqua – afferma l’assessore al Turismo Giacomo Costantini – rappresenta una grande sfida europea per far crescere il territorio».  «È solo grazie al finanziamento di progetti come questi e che richiedono l’adozione di azioni comuni di cooperazione a livello interregionale - afferma l’assessora alle Politiche Europee Ouidad Bakkali - che è possibile garantire la sostenibilità nel tempo dei risultati raggiunti». Ambizioso è, infatti, l’impatto che si auspica il progetto possa avere nelle zone d’intervento identificate e che per la città di Ravenna sono rappresentate dall’antico quartiere industriale della Darsena, dalla zona di pregio del Porto di Classe e dall’area litorale del Parco marittimo. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Dall'Antica Roma al terzo millennio: il mito eterno dei Lom a Merz

Arredare

Una casa di tendenza con i colori pantone del 2021

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento