menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Presentata l’edizione 2021 del calendario di RomagnAntica sui villini storici di Cervia e Milano Marittima

Il ricavato anche quest’anno andrà in beneficenza all’Ail, sezione di Ravenna e delegazione di Cervia

E’stato presentato per la prima volta con una conferenza stampa virtuale il calendario 2021 di RomagnAntica che in copertina propone una delle prime, belle locandine promozionali di Cervia degli anni Trenta. Diviso in due parti, il calendario riporta una selezione di foto storiche tratte dalle collezioni di Renato Lombardi, Oscar Turroni e Gabriele Bernabini. Le prime sei pagine riguardano Cervia; le seconde sei Milano Marittima. La novità di questa edizione sta nell’inserimento di edifici storici e strutture turistiche realizzate ai primi del Novecento e ispirate a stili architettonici diversi ad esempio il Liberty. Curato e impreziosito dal lavoro di ricerca dello storico Renato Lombardi, il calendario torna a proporre dei veri e propri “must have”, lui stesso un vero “must have “ da conservare e collezionare sia grazie al suo ricco corredo fotografico, sia anche per il valore documentale del recupero e della valorizzazione delle ville storiche. Ogni pagina del mese è arricchita poi da una ricetta delle tradizioni gastronomiche locali e romagnole recuperate dal ricettario segreto di famiglia tramandato a Paola Pirini, la nota ristoratrice cervese che ha fortemente voluto e sostenuto il calendario, che quest’anno cade proprio nel 150° della nascita di Grazia Deledda, prima donna italiana a ricevere il Premio Nobel per la letteratura nel 1926 e che soggiornò per molti anni a Cervia prima di acquistare casa, è già in distribuzione dal 20 dicembre e si è evoluto nel “modo” imposto anche dal periodo per non mancare all’appuntamento. 

“Il nostro calendario è tornato e continuerà ad esserci” ha rassicurato Paola Pirini, che poi ha confermato di avere acquistato il ristorante dell’hotel Al Faro a pochissimi metri di distanza da Villa Igea, ex sede di RomagnAntica, dove mi trasferirò al più presto, dopo aver arredato i locali e preparato tutto a puntino. Manterrò le medesime proposte enogastronomiche della tradizione marinara cervese e romagnola, ma anche tutte le mie vecchie abitudini”.  Tutti i proventi delle vendite dei calendari saranno devoluti, come sempre, a favore di Ail (Associazione Italiana contro le Leucemie, Linfomi e Mielomi) sede di Ravenna, a cui negli ultimi due anni sono arrivati 5.000 euro a sostegno della ricerca, del potenziamento del servizio di assistenza domiciliare, a supporto dei Centri di Ematologia e Trapianto di cellule staminali; per la promozione della formazione e aggiornamento professionale di medici, biologi, infermieri e tecnici di laboratorio; a sostegno del servizio di supporto psicologico e pratico ai malati e ai loro familiari.

Una importante occasione sicuramente quella di oggi per Ail Ravenna, grazie alla presenza del suo presidente, dottor Alfonso Zaccaria (già responsabile U.O. di Ematologia di Ravenna), e di Melita Dal Pozzo, presidente Ail delegazione “Stefano Pirini “di Cervia per rilanciare forte e chiaro un allarme per la lunghissima fase di stasi in cui si trovano da tempo i vari progetti dedicati ai trapianti allogenici, all’assistenza domiciliare, e all’infermeria per i bambini oncoematologici. Soprattutto urge la necessità di avere una sede per il trapianto allogenico in Romagna, la cui assenza obbliga i pazienti a vere peregrinazioni verso il capoluogo di regione e non solo, peraltro ora bloccate quasi totalmente causa Covid, precludendo purtroppo a volte l’esito positivo della cura della malattia, come ha sottolineato il dottor Zaccaria, rinfrancato dall’attenzione che gli è stata dimostrata sia dall’assessore regionale alle Politiche per la salute Raffaele Donini che dal primo cittadino di Cervia Massimo Medri che ha risposto positivamente impegnandosi in prima persona “al richiamo” fatto dal presidente di Ail “nella prospettiva di avere servizi futuri sempre migliori dedicati ai servizi territoriali di comunità”. 

Tutti concordi, comunque, sul valore e la bontà dell’opera: Gianni Grandu, sostenitore e amico da sempre di Ail, ha portato il suo saluto quale presidente di tutto il consiglio comunale, Cesare Zavatta, assessore alla cultura, ha sottolineato ”la triplice valenza del concetto di cultura che questa iniziativa centra e mette in risalto: il presidio dell’identità di un territorio, cultura legata indissolubilmente al flusso turistico, e cultura protagonista della tenuta sociale di un territorio: un euro erogato alla cultura ritorna sempre come investimento e risparmio su altri settori”.
Giuseppe Palanti, il grande artista milanese fondatore di Milano Marittima, ha fatto notare che “se alla base del progetto e del piano regolatore del 1912 della “città giardino” c’era il sogno di ‘sposare la poesia con la praticità del vivere’, qui, oggi il sogno prosegue e si lega a doppio filo con lo spirito di comunità dei cervesi”, confermato anche dai numerosi followers e commenti pervenuti durante la diretta web.
Il calendario è in vendita nei seguenti punti: ristorante Osteria la Ciurma, Bottega della Carta da Zucchero in Borgo Marina e Occhialeria la Lunetta di viale Roma,3 (punto di riferimento Ail - delegazione di Cervia).
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Domotica

Le cappe da cucina ideali per una casa smart

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento