Venerdì, 25 Giugno 2021
Cronaca

Primi due richiami del vaccino anticovid per medico e infermiera: "Una liberazione"

La seconda dose del vaccino è stata somministrata ai due lunedì mattina al punto vaccini allestito al Pala de Andrè. Nella giornata di lunedì sono in programma a Ravenna ben 72 richiami vaccinali

Foto Massimo Argnani

Sono l'infermiera Valeria Cremonini e il medico Massimo Innamorato, responsabile del percorso di Terapia antalgica dell'Ausl Romagna, i primi due sanitari che hanno effettuato il richiamo del vaccino anticovid nella provincia di Ravenna. La seconda dose del vaccino è stata somministrata ai due lunedì mattina al punto vaccini allestito al Pala de Andrè. Nella giornata di lunedì sono in programma a Ravenna ben 72 richiami vaccinali.

"Che liberazione! - esulta Cremonini - Esserci arrivata non era così scontato, ora tra una settimana potremo dire di essere immuni. E' un traguardo molto importante, però questo non ci porta ad abbassare la guardia: i comportamenti devono essere sempre mantenuti in termine di mascherine, distanziamento e lavaggio mani, in quanto comunque a noi immuni il Covid non procura più problemi di salute, ma potremmo essere portatori e trasmetterlo ad altri che non hanno l'immunità. Per cui non abbassiamo la guardia".

"Mi sento benissimo, fisicamente sto bene, per ora non ho avuto nessun tipo di effetto collaterale - aggiunge Innamorato - Psicologicamente mi sento ancora meglio, sono contento di averlo fatto, mi sento piu tranquillo per il futuro. Certo però non abbassiamo la guardia, il contatto con i pazienti ci porta a essere sempre attenti. Comunque sono molto fiducioso per il futuro".

A seguito della ridotta consegna del vaccino Pfizer - oltre il 50% in meno rispetto alle dosi attese - anche in Romagna la campagna vaccinale proseguirà garantendo i richiami, ovvero la somministrazione della seconda dose per completare la vaccinazione del personale sanitario. Si procederà inoltre al completamento della somministrazione della prima dose vaccinale agli ospiti delle strutture per anziani.

In attesa della nuova fornitura vaccinale, saranno invece rinviate di qualche giorno le nuove somministrazioni di prime dosi a coloro che si erano già prenotati per la settimana entrante nei tre centri vaccinali operanti in Romagna. L’Azienda ha provveduto ad avvertire gli operatori già in lista per la prima dose vaccinale, contattando telefonicamente i prenotati per il 18 gennaio e avvertendo via sms quelli in lista per il 19 e 20 gennaio.

Per quanto riguarda la Romagna, si evidenzia un’alta adesione e somministrazione del vaccino anti covid. Al 16 gennaio, sono infatti già state vaccinate 26.805 persone fra gli aventi diritto, di cui 5.136 tra ospiti e operatori delle strutture residenziali per anziani.

Foto Massimo Argnani

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Primi due richiami del vaccino anticovid per medico e infermiera: "Una liberazione"

RavennaToday è in caricamento