menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Progettazione e aule multimediali: nasce alla media "Francesco Baracca" l’Atelier Creativo

La creazione di un Atelier Creativo scolastico è stata sostenuta anche da associazioni del territorio come Cna, Confartigianato e Confindustria

Sabato alle 9 inaugura nella scuola media “Francesco Baracca” di Lugo l’Atelier Creativo, un insieme di ambienti di progettazione, aula multimediale fissa e aule mobili con pc, e spazi di lavoro, laboratori di manualità attrezzati e stampante 3D. All’inaugurazione saranno presenti la dirigente scolastica Daniela Geminiani e i rappresentanti dell’amministrazione comunale. L’idea, venuta due anni fa su proposta di un bando Miur-Pnsd (Piano nazionale scuola digitale), nasce dalla volontà di integrare i laboratori di manualità già attivi, come falegnameria, tinkering e creta, e potenziarne l’operatività con l’introduzione di contesti in cui esplicitare la vocazione dell’istituto alla didattica attiva. 

Il completamento del progetto è stato possibile grazie al contributo finanziario e di beni/servizi di sponsor e del Comitato genitori, impegnato nell’organizzazione di un torneo di pallavolo che ha permesso una raccolta fondi, e al Comune di Lugo per la predisposizione dei locali. La creazione di un Atelier Creativo scolastico è stata sostenuta anche da associazioni del territorio come Cna, Confartigianato e Confindustria, che hanno visto nella realizzazione delle azioni didattiche opportunità di arricchimento formativo per i giovani lughesi.

Inoltre, con il contributo del Rotary Club di Lugo è stato incrementato il laboratorio con l’acquisto di robot mBot programmabili con apposito software, una soluzione all-in-one ideata per avvicinarsi alla programmazione dell'elettronica e della robotica, permettendo il passaggio dall’intuitiva programmazione a blocchi alla vera e propria programmazione testuale tipica di Arduino. Gli alunni avranno così la possibilità di sperimentare la robotica educativa, un nuovo approccio all’insegnamento prima di tutto delle Steam (Science, Technology, Engineering, Arts and Mathematics) ossia l’insegnamento della matematica e delle discipline tecniche, stimolando il pensiero computazionale, la capacità di risolvere un problema pianificando una strategia. Attraverso l’uso degli mBot i ragazzi metteranno in pratica il Coding, lo strumento didattico più utilizzato per educare i ragazzi al pensiero computazionale e apprendere le basi della programmazione informatica in modo pratico e divertente.


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Arredare

Una casa di tendenza con i colori pantone del 2021

Attualità

Russi, partono i corsi di lingua del Comitato di Gemellaggio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento