rotate-mobile
Sabato, 3 Dicembre 2022
Cronaca Faenza

Casa della Salute, Cittadella dello sport, Palazzo degli eventi: 20 milioni di opere finanziate dal Pnrr a Faenza

Non parole ma progetti veri e propri, 11 di questi già finanziati e per i quali ci sono già le date di affidamento dei lavori o in qualche caso addirittura la data prevista di apertura dei cantieri

Se non è una rivoluzione poco ci manca. E di certo un’iniezione contemporanea di risorse, come i 20 milioni di euro che il PNRR riverserà a Faenza (e i 35 di investimenti che ne conseguiranno), nessun sindaco faentino l’aveva mai vista. Massimo Isola lo sa bene e lo ha saputo raccontare dettagliatamente giovedì sera in un incontro dedicato alla presentazione di tutti i progetti che interesseranno prossimamente la città.

Non parole ma progetti veri e propri, 11 di questi già finanziati e per i quali ci sono già le date di affidamento dei lavori o in qualche caso addirittura la data prevista di apertura dei cantieri. Merito, come detto dei fondi e dei vincoli temporali del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza. Evidentemente anche dell’Unione Europea. Come più volte ricordato dal sindaco il merito va al gioco di squadra tra istituzioni, enti, associazioni, professionisti e tutti coloro che sono stati chiamati in causa. E infine merito “dell’impegno degli uffici pubblici che hanno preso la macchina comunale e l’hanno fatta viaggiare a tempi velocissimi” come ha osservato l’assessore ai lavori pubblici Milena Barzaglia, seduta accanto al sindaco microfono in mano e mouse nell’altra a guidare il computer dal quale venivano proiettate le slide.

Sindaco e Consiglieri PNRR

L’incontro di giovedì non casualmente si è svolto all’interno dei rinnovati, e da poco inaugurati, spazi del Palazzo del Podestà che sono stati citati dal sindaco tra gli elementi dello spazio espositivo diffuso che nelle idee dell’amministrazione sarà complementare con le piazze del centro storico e con il primo piano del Palazzo degli Eventi, ovvero il nuovo Palazzo delle Esposizioni, il cui progetto è stato finanziato dal PNRR con 4,5 milioni di euro. Lo ‘spazio espositivo diffuso in città’ farà le veci della Fiera di via Risorgimento, dove al posto dei padiglioni A e B sorgerà la nuova Casa della Salute: due unità da 1600 metri quadri complessivi per i quali l’investimento di Ausl Romagna, ammonterà a 1,6 milioni di euro ottenuti attraverso le linee di finanziamento PNRR.

A poca distanza dalla Casa della Salute, di fronte al Palacattani, sorgerà la nuova ‘Graziola’ ovvero la cittadella dello sport: un luogo aperto e riqualificato in cui le società sportive praticheranno le proprie attività in ambienti rinnovati, potendo anche contare su una Club House comune. Spazi, questi, che nelle parti comuni avranno accessi liberi e che saranno fruibili liberamente da tutti i cittadini. Complessivamente la cittadella dello sport costerà 3 milioni di euro, di cui 2 milioni e mezzo sono stati stanziati dalla apposita linea di finanziamento PNRR.

Un altro polo sportivo che sarà riqualificato è la Palestra Cavallerizza e tramite le nuove strutture ne beneficerà anche il Parco di Piazza Dante. Qui il finanziamento ammonta a 750 mila euro. Sempre in ambito sportivo merita attenzione, se non altro per la cifra di 4 milioni di euro che ne finanzierà il completo rinnovamento, la pista del campo cross dei Monti Coralli. Il progetto prevede un accordo (già sottoscritto) con la federazione motociclistica che farà diventare il crossodromo, già sede di gare internazionali, un centro tecnico federale.

La Palestra Badiali Cavallerizza_Rendering

In via Piero della Francesca sorgerà la nuova caserma dei Vigili del Fuoco, cofinanziata con contributi di Ministero dell’Interno e Regione pari a 3,4 milioni di euro. Non mancheranno gli interventi di edilizia pubblica come gli alloggi di via Ponte Romano, quelli alle infrastrutture come gli interventi sul Ponte delle Grazie, o le riqualificazioni energetiche al Teatro Masini e al Cinema Sarti. Interventi, questi, da meno di un milione ciascuno e che saranno i primi ad essere svolti.

E ancora il capannone della Protezione Civile, finanziato con 800mila euro dove sarà di stanza la colonna regionale. Poi gli interventi di edilizia scolastica a cui penserà la Provincia, e altri interventi ancora tra quelli in via di progettazione, quelli ammessi a finanziamento PNRR ma non ancora finanziati sono 8 per complessivi 7 milioni di euro: tra questi rientrano l’ampliamento della scuola ‘Il giardino dei sogni’, l'ampliamento del Campus di via Proventa, la scuola dell’infanzia ‘Il Girasole’ e quelli non finanziati con il PNRR ma con altre risorse come la Colonia di Castel Raniero o la nuova stazione ferroviaria.

Per alcuni ci sarà ancora da attendere: restano candidati. Occorre ricordare però, come ha evidenziato il sindaco, che in particolare i fondi del PNRR “non sono risorse che vengono assegnate per assestare i bilanci o per pagare i riscaldamenti delle palestre, sono invece bandi estremamente vincolanti”. Come sottolineato dall’assessore Barzaglia “è stato un anno di grande lavoro per il quale i risultati ci soddisfano. Il 2023 sarà un anno intenso, di cantieri e di lavori”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casa della Salute, Cittadella dello sport, Palazzo degli eventi: 20 milioni di opere finanziate dal Pnrr a Faenza

RavennaToday è in caricamento