"Ravenna, smart working": una rete per lo sviluppo turistico e sociale della città

E’ stato presentato venerdì nella Sala Comitato di Presidenza Confcommercio Ravenna il progetto “Ravenna, smart working”

Parte dalla lungimiranza di Confcommercio Ravenna e dalla collaborazione con un gruppo di imprenditori del centro storico, una nuova dinamica economica che, attraverso il Progetto “Ravenna, smart working”, vuole coinvolgere  il territorio e l’innovazione, lo sviluppo turistico e quello sociale, diventando un punto di riferimento territoriale supportato da una strategia ben strutturata in termini non soltanto tecnologici ma anche sociali e culturali.

“Il Progetto “Ravenna, smart working” - sottolinea Mauro Mambelli, presidente di Confcommercio Ravenna - nasce per aumentare e far evolvere la coesione tra imprese in maniera trasversale e intersettoriale, favorendo al tempo stesso il rafforzamento del ruolo di Ravenna come “città di cultura e conoscenza” mediante le nuove prospettive tecnologiche introdotte dalla smart city. Ulteriore obiettivo è quello di creare e gestire reti di relazioni fra attori pubblici e privati, uniti da una cultura condivisa e da una forte identità locale, attraverso un approccio aperto e collaborativo nella gestione dello sviluppo economico sostenibile”.

“E’ importante “fare rete” - prosegue Fausto Faggioli, attuatore del Progetto -. E’ un’opportunità per superare la crisi economica attraverso un impegno reciproco nell’ambito di un programma condiviso. La “rete” nasce infatti dall’esigenza di stare al passo con un mercato globalizzato e di competere su qualità ed innovazione, utilizzando le tecnologie e la condivisione di conoscenze e risorse. La “rete” permette di raggiungere obiettivi di sviluppo superiori a quelli che l’impresa riuscirebbe a realizzare da sola, di rafforzare il proprio business o svilupparne uno nuovo, superare momenti di crisi, servendosi dell’esperienza dalle altre imprese. La “rete” è il frutto di un processo partecipativo nel quale gli imprenditori ritrovano la consapevolezza di essere protagonisti dello sviluppo territoriale”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Termina il gruppo d’imprenditori ravennati: “Ravenna, smart working è un Progetto di tutti coloro che ne vogliano far parte perché uno degli obiettivi prioritari è fare “rete” con altri settori commerciali, artigianali, agricoli e turistici per promuovere con capacità ed efficienza  il polo ravennate. Con il brand “SouveniRavenna” intendiamo utilizzare manifestazioni già in calendario sul Territorio come spazio di promozione attraverso la collaborazione con gli imprenditori balneari del Progetto “Happy Bio” “Happy Bio” per un’idea di come interpretare un nuovo stile di vita e con Enti Pubblici, favorendo il rafforzamento e l’ampliamento di Progetti già avviati.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sui binari: studente minorenne perde la vita

  • Primi due studenti positivi al Coronavirus in due scuole ravennati

  • Il coronavirus fa un'altra vittima. "Mascherina sulla bocca e testa sulle spalle"

  • Dramma sui binari: muore investito da un treno

  • Coronavirus, la nuova fotografia dei contagiati: undici sono in isolamento domiciliare

  • Maxi festino nascosti in casa tra assembramenti e droga: 34 ragazzi nei guai

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento