menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il progetto solidale ravennate: un pozzo per una scuola elementare del Camerun

L'iniziativa è partita dall'organizzazione di volontariato “Il Terzo Mondo” che da anni ha avviato progetti di sviluppo e collaborazione in Camerun

“Se è vero che nei paesi in via di sviluppo per educare un figlio occorre un intero villaggio, è altrettanto vero che il sorriso di un bambino è per noi un punto di crescita”. Questa è la motivazione fondamentale che ha portato l'organizzazione di volontariato “Il Terzo Mondo Onlus”, con la collaborazione del centro per i servizi del volontariato “Per gli altri” e l'ufficio di cooperazione internazionale del Comune di Ravenna, a partecipare, con successo, al bando regionale dell'Emilia-Romagna presentando il progetto CAM.B.I.O! - Camerun. Bisogni. Identità. Opportunità. 

Il progetto prevede la realizzazione di un pozzo nella scuola primaria bilingue Marie Curie, a Baleveng, che ospita 400 alunni provenienti anche da villaggi vicini. Partendo dalla ricerca e dallo sviluppo di tecnologie appropriate per la potabilizzazione e per il tipo di territorio. La fase successiva riguarderà poi la formazione tecnica per il mantenimento dell’impianto e sarà rivolta principalmente ai giovani.

“Desidero esprimere la mia gratitudine all’associazione per l’impegno e la vitalità, per la capacità di mobilitare risorse ed energie - dichiara l’assessora alla Cooperazione internazionale Ouidad Bakkali -. Per noi è motivo di orgoglio appoggiare iniziative del territorio, le espressioni del volontariato e della solidarietà, anche in quest’occasione che ci vede coinvolti in un nuovo territorio”.

La direttrice di “Per gli altri” Denise Camorani aggiunge: “Siamo molto contenti e fieri di essere promotori di questo importante progetto assieme all’associazione ‘Il Terzo Mondo’, che abbiamo visto nascere, ideare e realizzare iniziative. Per gli Altri è sul campo ogni giorno al fianco dei tanti volontariati per strutturare progettualità, reti e tutto quanto possa essere utile a qualificare e far crescere il mondo del terzo settore. Un’attività quotidiana al servizio del terzo settore”.

Da anni l’associazione Il Terzo Mondo ha instaurato in Camerun una concreta e fattiva collaborazione, grazie a progetti internazionali. Esperienze di profondo scambio di relazioni e valore umano. Attraverso il progetto “Ci siamo anche noi”, dal 2012 l’associazione promuove la cooperazione con i paesi in via di sviluppo, in particolare con il Camerun e i suoi villaggi rurali, raccogliendo fondi da devolvere ma soprattutto attivando collaborazioni positive anche con il settore privato.L’obiettivo finale è promuovere lo stanziamento delle popolazioni nei loro territori, creando condizioni durevoli di ritorno volontario alla propria terra e lottando contro l’esodo rurale. Ciò è possibile solo creando opportunità lavorative per i giovani e le donne, riaffermando così il ruolo femminile e favorendo lo sviluppo dell’imprenditoria e dell’impresa sociale italiana all’investimento nei paesi terzi.

Negli anni si è consolidato l’iniziativa del Container del Sorriso, un container umanitario carico di indumenti donati da cittadini e cittadine ravennati, da distribuire alle popolazioni (agli orfanotrofi, alle vedove e le ragazze madri), e materiali e strumenti che serviranno da supporto per la realizzazione delle iniziative programmate in loco. A breve, il Container del Sorriso partito qualche mese fa dal porto di Ravenna giungerà in Camerun e lo stesso Presidente Charles Tchameni Tchienga guiderà una delegazione per occuparsi della distribuzione del materiale alle popolazioni e finalizzare la realizzazione del progetto di cooperazione internazionale CAM.B.I.O.  “Sarà per tutti noi una gratifica immensa oltre che un valore aggiunto al nostro impegno sociale e per il mondo del volontariato ravennate nonché della Regione Emilia-Romagna” conclude il presidente della Onlus Charles Tchameni Tchienga.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento