rotate-mobile
Martedì, 21 Maggio 2024
Cronaca

"Una vita da Social”, la Polizia incontra le scuole per dire "no alle discriminazioni"

La Polizia di Stato è da sempre impegnata contro ogni forma di discriminazione non solo quelle nel mondo virtuale del web ma anche nella vita reale

Si parte da una storia vera di cyberbullismo, quella di Andrea, conosciuto come “il ragazzo dai pantaloni rosa”, purtroppo sfociata in tragedia, raccontata in un format teatrale dal titolo “Like – storie di vita online” di Luca Pagliari, evento collaterale al progetto della Polizia delle Comunicazioni “Una vita da Social”. La Polizia di Stato è da sempre impegnata contro ogni forma di discriminazione non solo quelle nel mondo virtuale del web ma anche nella vita reale.

In particolare l’Oscad, L’Osservatorio per la Sicurezza contro gli Atti Discriminatori, - organismo interforze, istituito nel 2010, di cui fa parte la Polizia di Stato e l’Arma dei Carabinieri - incardinato nel Dipartimento della Polizia di Stato presieduto dal direttore centrale della Polizia Criminale, vice direttore generale Fulvio Della Rocca – è fortemente impegnato sul territorio con progetti mirati rivolti agli studenti per sensibilizzarli sui temi del rispetto delle diversità.

Venerdì mattina, personale dell’Oscad ha partecipato nella Sala Congressi ad un’iniziativa organizzata dalla Consulta Provinciale degli Studenti di Ravenna, in collaborazione con il Rotary Club di Faenza, di Ravenna Host e la Fondazione Rotary Distretto 207, dedicata al tema del bullismo e delle discriminazioni praticate attraverso i social. Nel corso dell’incontro è stato ribadito con forza, dai giovani e dai rappresentanti delle istituzioni presenti, il messaggio di condivisione dell’impegno comune per dire “No alle discriminazioni”.

Nel pomeriggio, l’Oscad è stato invitato a partecipare al convegno organizzato dall’Ufficio Scolastico Regionale per l’Emilia Romagna, rivolto ai dirigenti scolastici, con il coinvolgimento delle associazioni impegnate sul territorio, nel corso del quale sono stati particolarmente apprezzati i consigli e le informazioni fornite in risposta ai quesiti formulati dagli insegnanti presenti in sala sulla scorta delle esperienze vissute in ambito scolastico e non.

I prossimi incontri tra Polizia di Stato e Studenti sono fissati il 13 maggio prossimo nella Piazza del Popolo con un evento organizzato dall'Oscad ed il successivo 26 maggio con la campagna intinerante “Una vira da social”. In entrambe le occasioni saranno allestite aule multimediali a bordo di autotreni specializzati con singole postazioni internet per un uso consapevole ed informato della rete da parte degli studenti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Una vita da Social”, la Polizia incontra le scuole per dire "no alle discriminazioni"

RavennaToday è in caricamento