menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Promozione sociale, 170mila euro per i progetti del ravennate

Dalla Regione Emilia-Romagna via al bando a sostegno di progetti di promozione sociale. Il distretto di Ravenna potrà presentare al massimo 5 progetti, quello di Lugo 3 e 2 quello di Faenza

Dalla Regione Emilia-Romagna via al bando a sostegno di progetti di promozione sociale. A darne notizia i consiglieri ravennati Mirco Bagnari, Gianni Bessi e Manuela Rontini: “Il bando regionale mette a disposizione di organizzazioni di volontariato e associazioni di promozione sociale 1.934.960 euro – spiegano i consiglieri Pd – al fine di sostenerne i progetti di inclusione sociale e coinvolgimento attivo rivolti alle persone anziane, la promozione di attività per giovani e minori, lo sviluppo e il rafforzamento dei legami sociali nelle aree urbane o extraurbane disgregate o disagiate, lo sviluppo di forme di welfare di comunità adatte alle esigenze del territorio e di tutte le generazioni, così come previsto dal Patto del lavoro della Regione Emilia-Romagna. Il bando, che ha l’obiettivo di sviluppare e rafforzare la cittadinanza attiva e cultura della legalità, anche attraverso la tutela e la valorizzazione dei beni comuni e dei beni confiscati alla criminalità, è aperto a tutte le associazioni di volontariato, che però dovranno presentare progetti in partnership indicando un capofila”.

Non saranno ammissibili progetti che presentano un costo totale inferiore a 12.000 euro, mentre il finanziamento massimo possibile per singolo progetto è di 22.500 euro. Il distretto di Ravenna potrà presentare al massimo 5 progetti, quello di Lugo 3 e 2 quello di Faenza. Il numero dei progetti e le risorse sono infatti state calcolate in base alla popolazione. Più nello specifico il distretto di Lugo (102.664 abitanti) ha a disposizione 44.524,43 euro, quello di Faenza (88.852 abitanti) 38.534,29 euro ed infine per Ravenna (200.707 abitanti) sono disponibili 87.044,78 euro di risorse. Le domande dovranno essere compilate e trasmesse con la relativa documentazione, esclusivamente per via telematica, tramite l’applicativo web “

“Come ha ricordato qualche giorno fa il professor Zamagni, il Terzo settore è sotto attacco e il Governo ha innescato contro queste realtà, fatte di persone che con generosità si mettono a servizio degli altri, un conflitto mai visto. La Regione Emilia-Romagna - concludono i consiglieri ravennati - continua invece a lavorare insieme al mondo del sostenere il mondo del non profit e a lavorare insieme ai tanti volontari, per rispondere ai bisogni delle persone più fragili”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Giardino

Come dare nuova vita al giardino con il Bonus Verde 2021

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento