rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Cronaca

Incatenati davanti all'Omc e sulla piattaforma Eni, gli attivisti di Greenpeace: "Stop alle bugie del fossile"

Una doppia azione degli ambientalisti che all'alba di mercoledì hanno bloccato l'ingresso alla fiera: "Basta con le trivelle, basta col gas. Vogliamo rinnovabili ed efficienza energetica"

"Stop alle bugie del fossile", "Nascondere CO2 non salva il clima". Questi e altri slogan sono apparsi già nelle prime ore della mattina di mercoledì all'ingresso della fiera Omc – Med Energy Conference Exhibition ospitata al Pala De Andrè di Ravenna. Sono i manifestanti di Greenpeace ad aver organizzato questo presidio: alle 6.30 una decina di attivisti si è letteralmente incatenata alle porte della fiera per esprimere il proprio disaccordo rispetto all'evento esibendo vari cartelloni.

La protesta di Greenpeace all'ingresso dell'Omc (foto Massimo Argnani)

Continuano dunque le proteste rispetto alla fiera dell'Omc, iniziate già prima dell'inaugurazione dell'evento, sia da parte di altre associazioni ambientaliste, che da parte di alcuni schieramenti politici rispetto alla questione dei diritti umani. All'azione di protesta pacifica di Greenpeace è seguito l'intervento di polizia e carabinieri che hanno fatto spostare i manifestanti. Operazione che si è conclusa senza tafferugli, ma che per circa 40 minuti ha di fatto impedito l'apertura dell'ingresso principale del Pala De Andrè. 

Sempre nella mattinata di mercoledì si è svolta un'altra azione di Greenpeace al largo della costa di Porto Corsini, con gli attivisti saliti su una piattaforma dell'Eni per protestare "contro le politiche delle aziende e le politiche del Governo che si stanno portando verso il cambiamento climatico. Quello che chiediamo è una seria decarbonizzazione: basta con le trivelle, basta col gas. Vogliamo rinnovabili ed efficienza energetica". Queste le parole di una manifestante di Greenpeace in un video diffuso dall'associazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incatenati davanti all'Omc e sulla piattaforma Eni, gli attivisti di Greenpeace: "Stop alle bugie del fossile"

RavennaToday è in caricamento