Daini, incidenti e danni alle colture: via libera all'abbattimento selettivo

Gli abbattimenti, condotti nel rispetto delle norme sancite dal regolamento regionale 1/2008, verranno coordinati dall’ATC RA2 territorialmente competente

La Provincia di Ravenna ha deliberato il piano di prelievo sperimentale del daino nel territorio agricolo ATC RA2 adiacente la Pineta di Classe. L’intervento si è reso necessario per prevenire il peggioramento di una situazione già critica. Nelle vicinanze di Fosso Ghiaia, a ridosso della Pineta di Classe, qualche decennio fa è stato inserito accidentalmente un modesto nucleo di daini (dama dama), specie alloctona, non appartenente alla fauna italiana originaria che, se confinata o circoscritta in ambiti territoriali ristretti, genera notevoli problematiche gestionali.

Negli ultimi anni, tale nucleo ha cominciato ad accrescersi in modo esponenziale, sconfinando nell’adiacente pineta, e nella passata annualità ha iniziato ad utilizzare quale sito di alimentazione le aree agricole circostanti, in particolare raggiungendo, verso nord, i Fiumi Uniti, alle porte di Ravenna e, verso sud, il Fiume Savio, alle porte di Milano Marittima – Cervia. Come conseguenza di tali sconfinamenti, oltre ai danni alle colture, si sono registrate alcune interruzioni alla viabilità ferroviaria, e i primi contenziosi a causa di incidenti stradali provocati da questi animali in fase di attraversamento sia della Statale Adriatica, sia della Provinciale 80 Via dei Lombardi, che collega la medesima SS16 ai lidi, strade di grande traffico e a scorrimento veloce.

A seguito di tali problematiche, la Provincia, dopo un accurato censimento (236 capi censiti), ha redatto un piano di prelievo sperimentale (o abbattimento selettivo) dei capi che “sconfineranno” in zona agricola, escludendo al momento le zone SIC/ZPS, per evitare il rischio che creino danni alle colture e pericolo sulle strade pubbliche. Tale piano è stato sottoposto all'Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale, vigilato dal Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare e all’Ente di Gestione per i Parchi e la Biodiversità - Delta del Po, che hanno dato parere positivo con prescrizioni, prontamente recepite dalla Provincia stessa.

In particolare, al fine di limitare l’impatto in prossimità delle zone fruite dal turismo naturalistico nei periodi primaverili, si è prescritto di limitare il prelievo al periodo novembre-gennaio, sebbene il calendario venatorio preveda scadenze più ampie. Gli abbattimenti, condotti nel rispetto delle norme sancite dal regolamento regionale 1/2008, verranno coordinati dall’ATC RA2 territorialmente competente. In considerazione del carattere sperimentale del prelievo si chiederà ai cacciatori residenti nei comuni di Cervia, Ravenna e Russi, in possesso dell'iscrizione all’ATCRA2, già abilitati alla caccia di selezione per la specie daino ai sensi del regolamento regionale e muniti delle necessarie attrezzature, di offrire la propria disponibilità entro il prossimo giovedì 17 ottobre, direttamente alla segreteria dell’ATC RA2 tel. 0544-270892.

Per ulteriori informazioni contattare gli uffici caccia pesca della Provincia (telefono 0544 258475- 258443), o ATC RA2. Sulle operazioni vigileranno la Polizia Provinciale e anche il Corpo Forestale dello Stato nell’ambito delle consuete operazioni di controllo del territorio e in particolare, grazie al  protocollo sottoscritto recentemente col Parco del Delta del Po, nei territori del Parco o ad esso limitrofi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Violento schianto frontale, grave una donna incinta: trasportata al "Bufalini" in condizioni critiche

  • Via vai sospetto dal gommista: "pneumatici" stupefacenti, la droga era destinata a Forlì

  • Violento scontro nel pomeriggio tra due auto: diversi feriti, ma per fortuna non sono gravi

  • Travolto da un'auto mentre va a scuola in bici: 13enne in ospedale

  • Una giovane vita spezzata troppo presto: tanta commozione ai funerali di Lorenzo Forte

  • Cade mentre lavora al porto e si frattura il cranio: operaio in ospedale

Torna su
RavennaToday è in caricamento