Mercoledì, 16 Giugno 2021
Cronaca

Due giovani stiliste sfidano la crisi e lanciano i bikini 'ecosostenibli' creati con materiale riciclato

Un percorso avviato nonostante la crisi generata dal Coronavirus: "Le difficoltà sono state tante, ma credevamo nel progetto. E' un'idea studiata per valorizzare tutte le qualità della donna"

Sono amiche da una vita Ilaria e Giulia, ed entrambe stavano sviluppando i propri progetti personali nel campo della moda all'inizio del 2020: poi è arrivato il Coronavirus a rallentare tutto, a mettere i bastoni fra le ruote. Ma la voglia di mettersi in gioco non si è esaurita e, a fine settembre, le due amiche si sono ritrovate e, mettendo a confronto le proprie esperienze, competenze e passioni hanno dato vita a una nuova attività. Nasce così, da questa voglia di riscatto e di proporre qualcosa di innovativo, il brand di bikini "Punto GI", creato da Giulia Gastaldi e Ilaria Parigi, due imprenditrici di 27 anni che vivono tra Alfonsine e Marina Romea. Una nuova linea femminile ed ecosostenibile pensata per l'estate e che è già in vendita online, anche se per il futuro le due stiliste non escludono la nascita di un punto vendita fisico.

Le difficoltà: il Covid, ma anche l'età

Il brand ideato da Ilaria e Giulia è il punto di partenza di un sogno che non si fa spaventare dalla crisi connessa all'emergenza Coronavirus, anche se le difficoltà in questi mesi non sono mancate. "Abbiamo deciso di iniziare il progetto a prescindere dalla situazione - raccontano le due imprenditrici -, anzi è stato proprio un motivo per dare il via. In questo periodo tutto si è fermato, ma noi crediamo in quello che facciamo e andiamo avanti. Certo, i problemi sono stati tanti. Tutti ci ripetevano: 'Ma siete sicure? Avete del coraggio'. Ma il nostro è un progetto studiato nei minimi dettagli. Un'idea per valorizzare tutte le qualità della donna, con più taglie e un'attenta innovazione dei materiali".

Non solo: alle due stiliste ravennati è anche capitato di trovare difficoltà nei rapporti con altre aziende. "Siamo state prese con leggerezza perché molto giovani. Se usciamo oggi, un po' in ritardo rispetto ai nostri piani, è anche per questo. In questo periodo di chiusura i rapporti di lavoro sono molto più difficili. In un periodo normale saremmo andate a parlare di persona con i fornitori, a guardare i tessuti. Ora si deve fare tutto a distanza, al telefono o in videochiamata". A parte tutti i vari incidenti di percorso, a Giulia e Ilaria non manca l'entusiasmo e la fiducia per l'avvio del loro brand. "La gente ha bisogno di uscire, di fare, di vivere l'estate. Insomma, di sentirsi bene, colorate e di vivere l'estate... anche nel giardino di casa".

L'ideale di moda-sostenibile

Uno stile minimal, versatile e sofisticato è la spinta per il brand Punto GI. Il tutto unito a una vocazione per la moda sostenibile e alla solidarietà, visto che parte del ricavato verrà devoluto ad enti locali (come l'associazione Farsi Prossimo e l’Istituto Scientifico Romagnolo per lo Studio e la Cura dei Tumori). Ma il tratto fondamentale del progetto è una linea di bikini realizzati con filo econyl, nylon proveniente da materie riciclate. In particolare è Giulia ad aver insistito su questo ideale di moda-sostenibile: "Da alcuni anni sono alla ricerca di una connessione con la natura, per questo il rispetto con l'ambiente diventa prioritario". 

La ricerca del tessuto giusto, di conseguenza, è stata lunga, ma i risultati sono stati proprio quelli che le due stiliste speravano. "Una linea per vestire una donna o una ragazza che non va solo al mare, abbiamo optato per un tessuto resistente, capace di vestire anche chi usa il costume per fare surf, per fare trekking. Un capo versatile, sia sportivo che elegante". Il tutto realizzato con manodopera e tessuti italiani.

Giulia Gastaldi e Ilaria Parigi

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due giovani stiliste sfidano la crisi e lanciano i bikini 'ecosostenibli' creati con materiale riciclato

RavennaToday è in caricamento