menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Spaccia in bici e sotterra 20mila euro nel giardino: pusher nei guai

Le Fiamme Gialle nel corso di una perlustrazione lungo le strade hanno notato un'auto che procedeva con andatura molto lenta

Nei giorni scorsi le Fiamme gialle del Comando provinciale della Guardia di finanza di Ravenna, costantemente impegnate nelle attività di controllo delle misure di contenimento della diffusione del Covid-19, nel corso di una perlustrazione lungo le strade del comprensorio cervese hanno notato un'auto che procedeva con andatura molto lenta, nonostante non vi fosse alcun veicolo sulla carreggiata.

Dopo pochi istanti è arrivato un uomo in sella a una bicicletta che, dopo un breve cenno di intesa con il conducente dell’auto, si è avvicinato a quest’ultimo per una fugace "stretta di mano" dal finestrino. A seguito dell’immediato intervento dei finanzieri, l’uomo in bici si è dato alla fuga, mentre quello a bordo dell’auto ha ammesso di avere appena acquistato da quest’ultimo una dose di cocaina, che ha consegnato ai militari.

Le indagini lampo delle Fiamme gialle della tenenza di Cervia hanno consentito di dare immediatamente un nome al fuggitivo, un cittadino albanese residente a Cervia, nonché di individuare l’abitazione dello stesso, che è stata subito sottoposta a perquisizione. Le ricerche hanno consentito di rinvenire ulteriori dosi di cocaina, un bilancino di precisione nonché circa 20mila euro in contanti, parte del quale nascosto in un barattolo occultato sotto il terreno in giardino. Dopo qualche ora lo straniero, sentitosi oramai alle strette, si è presentato spontaneamente presso gli uffici della caserma della Guardia di finanza di Cervia per ammettere le proprie responsabilità.

Al termine delle operazioni l’uomo è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Ravenna e l'importante somma di denaro è stata sottoposta a sequestro, in quanto ritenuta provento dell’attività di spaccio. Inoltre entrambi i soggetti sono stati sanzionati per non avere ottemperato all’osservanza delle misure restrittive di contrasto alla diffusione dell’epidemia da Covid-19.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Dall'Antica Roma al terzo millennio: il mito eterno dei Lom a Merz

Arredare

Una casa di tendenza con i colori pantone del 2021

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento