rotate-mobile
Venerdì, 21 Giugno 2024
Cronaca

Trovati con un vero e proprio tesoro d'arte: recuperate nove tele rubate

Le forze dell'ordine, nel corso del servizio d’istituto, hanno notato un furgone già di loro conoscenza: soltanto una settimana prima il veicolo era stato fermato e non era risultato in regola con la documentazione relativa alla circolazione.

Due cittadini rumeni sono stati denunciati per traffico di opere d’arte. Fermati mentre si trovavano a bordo di un furgone, oltre ad esser stati sorpresi in posseso di vari arnesi da scasso, avevano alcune tele sulle quali sono in corso accertamenti. Le forze dell'ordine, nel corso del servizio d’istituto, hanno notato un furgone già di loro conoscenza: soltanto una settimana prima il veicolo era stato fermato e non era risultato in regola con la documentazione relativa alla circolazione.

Così gli uomini in divisa hanno proceduto ad un ulteriore controllo del furgone e non solo i documenti non erano stati messi in regola, ma i pattuglianti hanno rinvenuto un vero e proprio tesoro. Conducente e passeggero, due rumeni di 27 e 28 anni, entrambi residenti a Lido Adriano e già noti alle forze dell'ordine, trasportavano ben nove opere d’arte tra le quali, oli su tela, bassorilievi lignei e stampe varie. Interrogati sulla provenienza, hanno fornito spiegazioni molto vaghe. Addirittura ad un certo punto uno dei due avrebbe confessato di aver rinvenuto i quadri vicino ad un bidone della spazzatura, pensando che non ci sarebbe stato alcun male nel prelevarli e portarli presso la sua abitazione, in quanto ormai oggetti abbandonati.

Effettivamente non ci sarebbe stato nulla di male se fosse andata così: ma i fatti sono stati smentiti. Le opere d’arte erano impolverate e secche, mentre da giorni sul litorale ravennate pioveva, quindi assolutamente era incompatibile la condizione delle tele con lo stato nel quale sono state trovate dai militari: è verosimile ipotizzare, anche in virtù dello stato dei quadri, che fossero custoditi all’interno di una abitazione o di una cantina. Entrambi sono stati denunciati per ricettazione.

I quadri rinvenuti

La coppia dovrà rispondere anche dell'accusa di aver alterato il documento di circolazione del veicolo, coprendo con un tagliando la dicitura che riportava la sospensione dalla circolazione del veicolo per omessa revisione; provvedimento che era scaturito proprio dal precedente controllo al veicolo. Ai due sono state poi elevate sanzioni, per la parte relativa ai documenti di guida per un totale di circa 4mila euro. I quadri sono stati catalogati e saranno esaminati per avere ulteriori dettagli e per ricollegarle ad eventi delittuosi anche internazionali. Chiunque dovesse riconoscere tra le opere recuperate oggetti propri, può contattare il numero 0544495290.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trovati con un vero e proprio tesoro d'arte: recuperate nove tele rubate

RavennaToday è in caricamento