Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca

Quattrocento bambini a "scuola di alimentazione"

Si è concluso nei giorni scorsi il progetto didattico “Il buono che c'è, viaggio di scoperta del territorio attraverso i suoi prodotti”. Quattrocento bambini delle scuole primarie hanno preso lezioni di buona alimentazione e sani stili di vita

sostenuto da Commercianti indipendenti associati-Conad e realizzato dalla cooperativa sociale Atlantide. All’iniziativa hanno preso parte le scuole primarie Pirazzini, Gulli, Don Milani di Faenza; la Ricci di Ravenna, oltre alla Moretti di Punta Marina, la Pascoli di Sant’Agata sul Santerno e quella di Sant’Alberto. Gli alunni delle terze e delle quarte sono stati coinvolti in incontri in classe con giochi e attività di gruppo, grazie ai quali hanno acquisito informazioni sui prodotti a chilometro zero, di qualità, biologici, oltre che sulle corrette abitudini alimentari, sui valori nutrizionali degli alimenti, sulla sana alimentazione in generale, così da svilupparne curiosità, conoscenze e consapevolezza.

“Questo progetto – commenta Luca Panzavolta, amministratore delegato Commercianti indipendenti associati – si inserisce in un filone di attività di sensibilizzazione verso le giovani generazioni sostenute dalla cooperativa e dai soci imprenditori sui vari territori, in tema di corretti stili di vita e consumo consapevole. Il mondo della scuola del resto è per Conad centrale, come ha dimostrato anche l’iniziativa ‘Scrittori di classe’ che ha coinvolto migliaia di bambini a livello nazionale”. Ogni punto vendita ha ospitato le uscite didattiche dei bambini, impegnati a individuare tra gli scaffali gli ingredienti più adatti per la preparazione di una  ricetta, selezionando i prodotti attraverso una lettura responsabile e informata delle etichette, con attenzione particolare alla stagionalità.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quattrocento bambini a "scuola di alimentazione"

RavennaToday è in caricamento