menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Querelati dall'ex sindaco di Brescello per il loro spettacolo sulla mafia: "Denuncia coraggiosa"

L’ex sindaco di Brescello Ermes Coffrini ha querelato per diffamazione aggravata il drammaturgo Marco Martinelli e l’attrice Ermanna Montanari

L’ex sindaco di Brescello Ermes Coffrini ha querelato per diffamazione aggravata il drammaturgo Marco Martinelli e l’attrice Ermanna Montanari. La loro “colpa” sarebbe, secondo il querelante, quella di aver portato in scena al Teatro delle Albe di Ravenna lo spettacolo “Saluti da Brescello”, che racconta la vicenda di Donato Ungaro, il vigile urbano di Brescello con la passione del giornalista, licenziato nel 2002 dall'allora sindaco Coffrini. Ungaro vinse la causa in tutti i gradi di giudizio.

"Il fatto, gravissimo perché colpisce la libertà di espressione, dimostra ancora una volta quanto sia difficile parlare di mafia a Brescello, il primo comune sciolto per condizionamenti mafiosi in Emilia- Romagna. Come ha affermato Martinelli, “il teatro quando si arma della verità può fare paura ai potenti, in questo modo il suo senso antico irrompe nella contemporaneità”. Da tutta Libera Emilia-Romagna arriva, quindi, la piena solidarietà a Marco Martinelli ed Ermanna Montanari, che hanno fatto del teatro il mezzo per una denuncia coraggiosa".

"C'è molta rabbia - aggiunge il capogruppo di Ravenna in Comune Massimo Manzoli, da sempre impegnato sul tema dell'antimafia - perchè, passato il tempo dello scandalo delle mega inchieste, tutto tende a tornare nell’ombra e si tende a dimenticare anche il passato più recente. Per fortuna ci sono persone sempre disponibili a metterci la faccia, il cuore, ma anche il pelo sullo stomaco necessario, le spalle larghe e l’intelligenza nonostante le minacce, le querele, il fango o la fanghiglia, le mancate scuse".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento