rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Cronaca

Il parcheggio nell'ex vivaio, in 1800 dicono no

Vogliono un parco per le lucciole, non per le auto. Sono 1800 le firme depositate dalle associazioni ambientaliste e il comitato cittadino ravennate contro il progetto del parcheggio nell'ex vivaio

Vogliono un parco per le lucciole, non per le auto. Sono 1800 le firme depositate lunedì 9 gennaio dalle associazioni Wwf, Legambiente, Naturista Ravennate, Fiab e il comitato cittadino contro la volontà dell'Amministrazione comunale ravennate di trasformare l'ex vivaio, sito tra via Battisti e via Port'Aurea, in un parcheggio anzichè in un parco per le lucciole.

Il comune ha scelto questa zona come alternativa a piazza Kennedy ma le associazioni non accettano che quest'area di oltre 2.000 metri quadrati venga asfaltata per far posto alla sosta delle auto: "Tale area - si legge in una nota delle associazioni - gode di un habitat particolarmente privilegiato dal punto di vista ambientale essendo protetta da una parte dalle mura storiche e dall’altra dalle carceri, ma soprattutto perché in disuso da oltre un decennio. Condizioni favorevoli per lo sviluppo delle lucciole che non possono sopravvivere in normali condizioni di inquinamento atmosferico e luminoso".

Le associazioni sottolineano inoltre l'inutilità di un ulteriore parcheggio se quelli esistenti non vengono sfruttati al meglio: "Crediamo – continua la nota – che sia di scarsa lungimiranza politica pensare ancora di risolvere il problema di piazza Kennedy con la costruzione di un nuovo parcheggio nell’ex vivaio quando: è nota la scarsa conoscenza del sistema parcheggi ravennati per la maggior parte dei residenti (ad esempio è scarso l’utilizzo dei parcheggi privati); è deficitario, inesistente o non funzionante il sistema di indicazione dei parcheggi, non è aggiornata la reale capacità di parcheggi sullo stesso sito internet del Comune, dove non sono presenti importanti parcheggi".

I promotori dell'associazione chiedono quindi all'Amministrazione comunale di guardare con maggior attenzione alle alternative di sosta già presenti a Ravenna: "I parcheggi, oggi sottoutilizzati, di via Port'Aurea, via Guidarello e la parte destinata alle corriere, quasi mai presenti, di piazza della Resistenza possono essere utilizzati con un'ordinanza nei mesi invernali dalle macchine, creando una disponibilità di almeno 100 nuovi posti auto prossimi al centro".

Le 1800 firme raccolte nella petizione saranno destinate ad aumentare, come assicurano le associazioni coinvolte che chiedono anche di aprire un tavolo di confronto con le associazioni di categoria e la giunta per discutere dei problemi dei parcheggi a Ravenna e mettere sul tavolo ulteriori idee legate al "Parco delle lucciole".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il parcheggio nell'ex vivaio, in 1800 dicono no

RavennaToday è in caricamento