rotate-mobile
Mercoledì, 10 Agosto 2022
Cronaca Lugo

Furti, i cittadini chiedono pene certe: proposta una raccolta firme

Diverse le proposte, tra cui anche una raccolta di firme, allargata a tutte le Consulte del Comune, da consegnare ai parlamentari per modificare la legge sui furti, sveltire le procedure e rendere le pene certe

San Lorenzo di Lugo ha ospitato venerdì scorso un’assemblea pubblica organizzata dalla Consulta locale per discutere sulla sicurezza in paese, in modo particolare per raccogliere idee, suggerimenti, proposte per arginare la piaga dei furti nelle case e le truffe soprattutto a danno degli anziani. Hanno partecipato anche il sindaco Davide Ranalli e Marco D’Alatri il maresciallo della locale caserma dei Carabinieri. Diverse le proposte, tra cui anche una raccolta di firme, allargata a tutte le Consulte del Comune, da consegnare ai parlamentari per modificare la legge sui furti, sveltire le procedure e rendere le pene certe.

Nel corso della serata è stata presentata l’iniziativa “L’unione fa la forza”, partita da qualche giorno, che consiste nell’organizzarsi in coppie o gruppi e a turno passeggiare per le strade tenendo gli occhi aperti e segnalando presenze o movimenti anomali alle forze dell’ordine. L’iniziativa è scaturita da un incontro tra residenti di alcune strade del paese già colpite da diversi furti. Sia il sindaco, sia il maresciallo hanno condiviso e sostenuto questa attività.

“Si tratta del coinvolgimento di persone che hanno voglia di farsi una passeggiata in compagnia e al contempo stare attenti a ciò che succede sul territorio - ha sottolineato Matilde Brignani, presidente della Consulta di San Lorenzo-Ca’ di Lugo -, trasmettendo un senso di sicurezza agli abitanti della zona, soprattutto agli anziani, e ricreando un positivo rapporto di vicinato che col tempo era andato calando, unendo quindi l’utile al dilettevole”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furti, i cittadini chiedono pene certe: proposta una raccolta firme

RavennaToday è in caricamento