Cronaca Cervia

Raccolti già 17mila euro per dare nuova vita alla 'Chiesa dei salinari'

Mancano solo 7 giorni al termine della campagna di raccolta fondi per la chiesa di Sant’Antonio di Padova a Cervia

Mancano solo 7 giorni al termine della campagna di raccolta fondi per la chiesa di Sant’Antonio di Padova a Cervia e si sta per raggiungere il secondo obiettivo di 18.000 euro che il Comitato Amici della chiesa, insieme alla piattaforma Ideaginger.it, ha fissato per dare avvio sia ai lavori di restauro del pavimento della chiesa e l’allontanamento delle acque reflue dalle fondamenta dell’edificio, sia per un intervento di manutenzione ordinaria con la riverniciatura del portone, della bussola di ingresso, panche e mobili fino al coro che circonda l’altare della piccola chiesa “cara ai cervesi”.

La campagna di crowdfunding ha ricevuto il Patrocinio del Comune di Cervia e il sostegno del Gruppo Civiltà Salinara, dell'Associazione Culturale Casa delle Aie e dell'Associazione Culturale Circolo Pescatori Cervia "La Pantofla". Oltre 150 sono i donatori che finora hanno donato, anche piccole cifre, per sostenere la sfida che il Comitato ha lanciato a metà luglio scorso; tra i donatori anche il Lions Club Cervia Ad Novas che in collaborazione con la Podistica Cervese ha organizzato una camminata di beneficenza. Fino al 31 agosto prossimo si potrà donare anche una piccola somma sul sito ideaginger.it scegliendo il progetto “In un frammento donato, il tutto”. Nella pagina della raccolta fondi si potrà vedere il video e leggere la storia di questa chiesa francescana così legata alla nascita di Cervia Nuova.

La chiesa di Sant'Antonio di Padova non costituisce solo un luogo di culto, profondamente legato alla storia della comunità religiosa cervese, ma anche un edificio legato alla storia e all’evoluzione della città, che abbraccia un arco di tempo di trecento anni. La sua costruzione con l’annesso convento dei Frati Minori Osservanti, risale al periodo dal 1703 al 1741,anno della sua definitiva consacrazione. La chiesa, è legata alle vicende relative alla costruzione di “Cervia Nuova” e alla nascita di una città che si insedia a ridosso della fascia costiera. La chiesa è dedicata a Sant’Antonio di Padova, uno dei santi più venerati della Chiesa, vissuto dal 1195 al 1231. Nell’arco di oltre tre secoli di storia, la chiesa “cara ai cervesi”, è stata in origine particolarmente legata alle famiglie dei salinari e dei pescatori. La chiesa, in stile tardo barocco, conserva pregevoli opere e testimonianze del passato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raccolti già 17mila euro per dare nuova vita alla 'Chiesa dei salinari'

RavennaToday è in caricamento