Cronaca

Raduno marinai, una regata con le scuole di vela. Il programma di venerdì

Dopo i primi sette giorni intensissimi della “Settimana del Mare”, il XIX Raduno Nazionale dei Marinai d’Italia si sta avvicinando al fine settimana, quando migliaia di persone arriveranno in città per la Parata Nazionale

Dopo i primi sette giorni intensissimi della “Settimana del Mare”, il XIX Raduno Nazionale dei Marinai d’Italia si sta avvicinando al fine settimana, quando migliaia di persone arriveranno in città per la Parata Nazionale. Intanto alla “Cittadella del mare” alla Darsena, fulcro del Raduno, ogni giorno sono attivi gli stand gastronomici della Campaza (cucina di mare e di terra, tutti i giorni dalle 18.30 alle 23 e domenica 10 anche dalle 12 alle 15.30), il “Fellini in Darsena” con aperitivo buffet e after dinner tutti i giorni alle ore 18.30, mentre il ristorante Alchimia con la motonave New Ghibli offrirà cucina di mare anche da asporto tutti i giorni dalle ore 17.

VENERDI' 8 MAGGIO - Il programma di venerdì 8 maggio si apre con la consueta possibilità di visitare alla Darsena di Città (dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 19) la Galatea, nave idro-oceanografica aperta al pubblico. Alle ore 10.30, la Marina Militare si rivolge agli studenti, con una conferenza promozionale che si tiene al Palazzo dei Congressi.

Alle 13 ci si sposta a Marina di Ravenna, da dove prende avvio la veleggiata sul Candiano. Le imbarcazioni da diporto dei Circoli ravennati seguiranno sul Candiano Goletta Verde, in una veleggiata organizzata dalla Lega Navale Italiana di Ravenna con successivo arrivo in Darsena di Città.

Nel pomeriggio, alle ore 15, gratuitamente al Cinema Mariani si potrà assistere alla proiezione del secondo dei tre film a tema navale nel cartellone del Raduno, ossia “Duello nell’Atalantico”, pellicola del 1957 diretta da Dick Powell, con Robert Mitchum, Curd Jürgens, Theodore Bikel e David Hedison. Girato nel Pacifico, nei pressi delle Hawaii, il film è tratto da un romanzo del comandante Denys Rayner. La proiezione è in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale per l’Emilia Romagna.

Alle ore 15.45 a Marina di Ravenna è prevista la deposizione della corona al monumento a Nazario Sauro e all’irredentista italiano è dedicato anche l’appuntamento delle ore 16,30 alla sala dell’Autorità Portuale, con la presentazione del libro “Nazario Sauro - Storia di un marinaio”, a cura dell’autore, Romano Sauro.

Si rimane alla sala dell’Autorità Portuale alle ore 17 per “Il mare come espressione di vita e di operosità”, premiazione del concorso di arti figurative (pittura, disegno e scultura) per un lavoro ispirato a “Il mare come espressione di vita e di operosità”, in collaborazione e con il Patrocinio dell’Ufficio Scolastico per l’Emilia Romagna. E a seguire, sempre nella sala dell’Autorità portuale, alle 18 “La Trafila Garibaldina”, conversazione con Giovanni Fanti.

La lunga giornata si conclude alla Cittadella del Mare (ore 21.30), dove sul palco spettacoli, in collaborazione con Ravenna Festival, ci sarà “Tuoni sulla Marina”, la Banda della Marina Militare incontra i cinque batteristi della Drummeria sulle acque della Darsena.

I protagonisti dell’evento sono la Banda della Marina Militare (direttore Antonio Barbagallo) e La Drummeria (Ellade Bandini, Walter Calloni, Maxx Furian Christian Meyer e Paolo Pellegatti), che interpreteranno musiche di Dmitrij Šostakovic?, Leonard Bernstein, Glenn Miller, Ennio Morricone, Gilmour, Waters & Wright. Il concerto che Ravenna Festival dedica al XIX Raduno Nazionale dei Marinai d’Italia vi aggiunge il fascino degli uomini del mare in divisa e di tanta filmografia sul secondo dopoguerra. La Banda della Marina Militare sarà affiancata dall’energia percussiva dei cinque straordinari batteristi della Drummeria, in uno spettacolare concerto in Darsena che, spaziando da Šostakovic? ai Pink Floyd, ci immergerà nelle atmosfere delle big band americane, proprio quelle che assieme ai Marines sbarcarono in Europa.

SABATO 9 MAGGIO - Il programma di sabato 9 maggio si apre con la consueta possibilità di visitare alla Darsena di Città (dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 19) la Galatea, nave idro-oceanografica aperta al pubblico. Dalle 10 iniziano gli appuntamenti del Raduno: in piazza del Popolo l’alzabandiera solenne “Silent Drill”, con esibizione della Compagnia fucilieri, in Darsena di Città l’inaugurazione dell’“Ancoressa” e lo scoprimento di una targa ricordo del XIX Raduno Nazionale, quindi in viale Farini la deposizione di una corona al Monumento ai Caduti.

Intanto, alle 10.30, all’Auditorium di piazza Marinai d’Italia a Marina di Ravenna, ecco “L’attacco austroungarico a Porto Corsini e il “primo” caduto italiano”, convegno promosso da Capit Ravenna e Pro Loco di Marina di Ravenna.

LA REGATA - Un pomeriggio estivo ha accolto giovedì al Circolo Velico Ravennate di Marina di Ravenna la regata Optimist per i ragazzi delle scuole di vela, inserita nel programma del XIX Raduno dei Marina d’Italia. Una ventina i partecipanti Cadetti e Juniores appartenenti al Circolo Velico Ravennate e al Centro Velico di Punta Marina, tutti ragazzi tra i 9 e i 14 anni, che con un vento di Levante di circa 4 nodi hanno compiuto per tre volte il tipico percorso a quadrilatero con un lato di bolina, uno di lasco, uno di poppa e uno di traverso.


«Questa specialità è ottima per avvicinare i ragazzi al mare – spiega Daniela Rossi, che insieme a Carolina Rendano e Spike Maioli completa il trio di istruttori delle varie categorie – ma per sensibilizzarli ulteriormente l’anno scorso siamo riusciti a portarli a Livorno per il grande Trofeo Accademia Navale». Alla fine delle tre prove i vincitori sono risultati: nella categoria cadetti al primo posto Andrea Trerè (CVR), al secondo Camilla Ivaldi (CVPM), al terzo Lorenzo Pezzilli (CVR). Nella categoria Juniores si è classificato al primo posto Ilan Muccino (CVR), al secondo Edoardo Bocale (CVR) e al terzo Federico Pezzilli, sempre del Circolo Velico Ravennate.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raduno marinai, una regata con le scuole di vela. Il programma di venerdì

RavennaToday è in caricamento