menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il 'Raduno naturista' alla Bassona raddoppia con due eventi: "Nudi in mascherina rispettando le distanze"

Nonostante ci siano ancora tante incertezze sulla stagione turistica in arrivo, il Covid non ferma il 'Raduno naturista' di Lido di Dante. Che, anzi, raddoppia con due date

Nonostante ci siano ancora tante incertezze sulla stagione turistica in arrivo, il Covid non ferma il 'Raduno naturista' di Lido di Dante. Che, anzi, raddoppia con due date: una in primavera e una a fine estate. Il raduno - a differenza del Festival naturista organizzato ogni anno da Aner (associazione naturisti emiliano romagnola) sempre alla Bassona - si svolge all'interno del Camping Classe, che riaprirà ai campeggiatori il prossimo 28 aprile.

"Abbiamo già qualche prenotazione, ma abbiamo deciso di riaprire soprattutto per i tanti stagionali che hanno la casetta di proprietà all'interno del campeggio, che vale come una seconda casa e quindi anche come giustificazione per chi si sposta da fuori regione - spiega il titolare del Camping Classe Roberto Giampreti - Già l'anno scorso ci fu un bell'afflusso di gente, soprattutto dopo il 21 giugno quando vennero riaperti gli spostamenti tra regioni: fu una stagione eccezionale, nonostante l'assenza di turisti stranieri. Quindi ci aspettiamo il boom solo quando sarà consentito spostarsi tra regioni diverse".

All'interno del camping, già dall'anno scorso, è tutto pronto per una ripartenza in sicurezza: "Nei ristoranti e negli spazi comuni i tavoli sono distanziati di due metri e si sta seduti al massimo in quattro, abbiamo dimezzato i lettini in piscina, ci sono spray disinfettanti ovunque - continua Giampreti - Nel 2020 abbiamo avuto tre controlli dell'Ausl per vedere se applicavamo il protocollo correttamente e non abbiamo mai avuto problemi. Poi i campeggiatori sono molto rispettosi, e fortunatamente nella scorsa stagione non abbiamo riscontrato casi di Covid nè tra il personale, nè tra i turisti, nonostante a luglio e agosto avessimo 2000 ospiti. Del resto credo che il campeggio sia la situazione turistica migliore per questa pandemia, visto che c'è tanto spazio e si sta sempre all'aperto".

Il raduno naturista

Il titolare del Camping ha già fissato le date del prossimo Raduno naturista, anzi, dei prossimi Raduni naturisti: "Il primo si farà dal 30 maggio al 2 giugno, l'altro a settembre come l'anno scorso, probabilmente nel primo weekend, quindi dal 2 al 5. Ovviamente rispettando le dovute distanze e usando le mascherine. In programma come sempre ci saranno attività olistiche, escursioni, in più quest'anno abbiamo deciso di aprire una sorta di 'agenzia viaggi' dentro al campeggio con la quale organizzeremo escursioni paesaggistiche e culturali, gite in bici, canoa, visite alla città. Ringraziamo anche l'amministrazione comunale, in particolar modo il sindaco e l'assessorato al turismo, per la nuova spiaggia allargata e per l'ordinanza che ogni anno regolamenta la spiaggia naturista. La Forestale poi ci concederà delle escursioni guidate all'interno della Pineta Ramazzotti".

Il Festival naturista

Leggermente diverso il discorso per quanto riguarda il Festival naturista organizzato ogni anno da Aner, che nel 2019 era 'emigrato' in Puglia. "Speriamo di riportarlo qui a Ravenna quest'anno - spiega il presidente di Aner Jean Pascal Marcacci - Prima di decidere una data aspettiamo l'ordinanza comunale (che individua e regolamenta ai sensi della legge regionale l’area di demanio marittimo destinata alla pratica del naturismo, con possibilità di fruizione "clothing optional", per permettere a chiunque di accedervi liberamente, ndr). Se sarà già possibile lo faremo coincidere con il Raduno organizzato all'interno del camping, altrimenti appena enterà in vigore l'ordinanza. Inoltre speriamo si continui col bagnino e i controlli che hanno consentito il rientro di stranieri e famiglie per praticare un sano naturismo sulla spiaggia, divenuta molto più grande a seguito dei lavori di protezione dell’arenile compiuti nel tratto di mare prospicente".

L'assessore: "Ordinanza a breve"

"Salvo diverse disposizioni, il 15 maggio si aprirà la stagione balneare - spiega l'assessore al turismo del Comune di Ravenna Giacomo Costantini - Il Comune ha previsto l'uscita delle proprie ordinanze entro fine aprile ed entro il 29 maggio partirà anche il servizio di salvataggio nella spiaggia naturista. Per cui entro fine maggio entrerà in vigore l'ordinanza comunale che regolamenta la spiaggia destinata al naturismo".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento